7 cose che il colore del ciclo rivela sulla tua salute

A rivelare molto sulla salute di una donna è anche il colore delle mestruazioni. Oltre ad avere un ciclo regolare, è importante saper osservare e distinguere un colore del sangue nella norma da uno che dovrebbe destare qualche sospetto e allertare su alcune possibili condizioni pericolose. Scopriamo di più in merito.

Pubblicato da Elena Arrisico Venerdì 16 marzo 2018

Il colore del ciclo

Il colore del ciclo rivela sulla tua salute più di quanto tu possa pensare. Con un ciclo regolare – quando questo avviene ogni 28 giorni – generalmente, si pensa di poter stare tranquille, ma essere a conoscenza di come dovrebbe essere anche il colore del sangue, quello di un ciclo mestruale sano, potrebbe salvare da alcune condizioni pericolose: del sangue di colore rosa chiaro potrebbe, ad esempio, indicare bassi livelli di estrogeni. Scopriamo cosa può dire sulla tua salute il colore del sangue del ciclo mestruale.

Colore arancione

Ciclo arancione

Un ciclo di colore arancione potrebbe significare che hai un’infezione in corso. Tuttavia, è bene tenere presente che tale colorazione – se dovesse trattarsi davvero di un’infezione – dovrebbe essere accompagnata da forti dolori e da un cattivo odore; altrimenti, potrebbe trattarsi di semplice sangue mescolato a urina. Per togliere tutti i dubbi, parlane con il tuo ginecologo.

Colore grigio-rossastro

Ciclo grigio rossastro

Un ciclo con perdite grigio-rossastre potrebbe significare, fondamentalmente, due cose: se non sei incinta, potresti aver contratto un’infezione sessualmente trasmissibile – ovvero, attraverso il contatto sessuale con una persona infetta – ma se hai saltato un ciclo, potrebbe anche significare un aborto spontaneo. Anche in questo caso, recati dal ginecologo per un controllo.

Color rosso scuro

Ciclo rosso scuro

Il sangue rosso scuro potrebbe voler dire che ti trovi nella fase centrale del ciclo o di un ciclo lungo e abbondante, ma potrebbe anche essere la spia di un basso livello di progesterone e alti livelli di estrogeni. Tuttavia, se sono presenti anche coaguli di dimensioni grandi, potrebbe significare uno squilibrio ormonale o una presenza di fibromi nell’utero.

Colore rosso acceso

Ciclo rosso acceso

Il sangue rosso acceso durante il ciclo potrebbe essere sinonimo di salute, ma occorre precisare che ciò che può essere considerato normale in una persona può non esserlo per un’altra: prestate, ad esempio, attenzione se il ciclo dura oltre 7 giorni, perché questo potrebbe essere il campanello d’allarme per un livello alto di estrogeni. Per tale ragione, è comunque consigliabile fissare un appuntamento con il ginecologo, periodicamente.

Colore rosato o rosso chiaro

Ciclo rosato

Le mestruazioni rosate o rosso chiaro stanno spesso a significare che ti trovi a inizio ciclo o durante il primo mese di assunzione della pillola contraccettiva; se invece non lo sei o noti questo tipo di perdite durante il mese, contatta il ginecologo per controllare che non vi siano particolari ragioni per queste perdite rosa: ad esempio, lesioni della mucosa, infezioni, malattie veneree, gravidanze o variazioni ormonali importanti da valutare, come bassi livelli di estrogeni.

Color rosa chiaro

Ciclo rosa chiaro

Il sangue mestruale acquoso, rosa chiaro o quasi privo di colore può voler dire che sei carente di alcune sostanze nutritive o che potrebbe, perfino, essere presente un cancro ovarico. Non ti allarmare eccessivamente, però: i tumori alle tube di Falloppio rappresentano meno del 2 cento di tutti i tumori ginecologici.

Color marrone o rosso scuro

Ciclo marrone

Infine, un flusso mestruale color marrone o rosso scuro può significare che parte del sangue “vecchio” è stato in circolo nell’utero per troppo tempo. Non si sa perché questo accada, ma – nella maggior parte dei casi – questa è considerata una cosa normale; se invece dovessi riscontrare delle perdite marroni a inizio ciclo o durante tutta la sua durata, meglio chiedere un parere medico.