Tumori ovarici: scoperto il meccanismo che provoca la farmaco-resistenza

Tumore alle ovaie, un vero big killer per le donne. Una ricerca italiana ha però individuato ed aggirato il meccanismo che provoca la resistenza ai farmaci chemioterapici.

Pubblicato da Cinzia Iannaccio Giovedì 3 febbraio 2011

Tumori ovarici: scoperto il meccanismo che provoca la farmaco-resistenza

Il tumore alle ovaie colpisce attualmente ogni anno circa 165.000 donne nel modo, 4.000 circa in Italia. E’ tra i tumori ginecologici più aggressivi, con la maggiore mortalità. Questo perché il cancro alle ovaie ha una scarsa sintomatologia iniziale e dunque una diagnosi tardiva. Inoltre, in molti casi si manifesta una recidiva, a causa di una resistenza ai farmaci per la chemioterapia. Ora uno studio condotto da ricercatori dell’Istituto Nazionale Tumori Regina Elena, pubblicato sul Clinical Cancer Research ha evidenziato alcuni importanti fattori molecolari alla base di questo meccanismo.

Si è infatti identificato un gene recettore dell’endotelina, quale marker della resistenza farmacologica, ha spiegato il suo funzionamento, ma soprattutto ha individuato un nuovo farmaco, lo zibotentan (già in corso di sperimentazione internazionale), quale soluzione al problema. Come nel caso della proteina del tumore al seno, anche in questo caso a guidare i lavori, due donne: la Dr.ssa Anna Bagnato e la dr.ssa Laura Rosanò