Tumori: guida alle mense con menù amici della salute

I tumori sono una malattia pericolosa e difficile da sconfiggere, l'unica cosa che noi possiamo realmente fare per combatterli ad armi pari è giocare d'anticipo, facendo attenzione alla nostra alimentazione, inserendo nella dieta alimenti che fanno da scudo e ci proteggono.

Pubblicato da Serena Vasta Lunedì 1 febbraio 2010

I tumori sono una malattia pericolosa e difficile da sconfiggere, l’unica cosa che noi possiamo realmente fare per combatterli ad armi pari è giocare d’anticipo, facendo attenzione alla nostra alimentazione, inserendo nella dieta alimenti che fanno da scudo e ci proteggono. E’ stata fatta una bella proposta da Adriana Albini, direttore scientifico dell’Istituto MultiMedica di Castellanza (Varese) e responsabile della ricerca oncologica dell’Irccs milanese MultiMedica, che dice di stilare una lista, una sorta di guida Michelin, dei ristoranti e delle strutture che adottano menù “intelligenti”, in cui preparare, proporre ed evidenziare, con particolari simbolini, le portate ricche di sostanze-scudo amiche della salute.

Non sorprende che questa iniziativa venga fuori proprio a ridosso della giornata delle arance della salute, arance rosse siciliane offerte dall’Airc, come alimento scudo per la lotta ai tumori. Le proprietà delle arance le conosciamo, perchè siamo tartassati da campagne di sensibilizzazione, ma sono tantissimi gli alimenti che contengono sostanze che possono fare la differenza, tutto sta nel vedere cosa c’è dentro le cose.

Adriana Albini ha dichiarato: “Resto convinta che sia giusto lasciare a tutti la libertà di mangiare quello che vogliono ma credo anche sia importante indicare loro quali sono i cibi che contengono sostanze utili alla chemioprevenzione“.

Qualche esempio? Gli antociani delle arance rosse di Sicilia, la curcumina del curry, lo xantumolo del luppolo, le catechine del tè verde (da bere senza latte per non neutralizzarne il potere antiossidante), la soia, e gli alimenti ricchi di selenio, isoflavoni, vitamina A ed E, costitiscono una vera e propria farmacia.

Il concetto di dieta preventiva è un pò difficile da comprendere però è importante, quello che siamo è quello che mangiamo e questo non può essere ignorato. E’ stato dimostrato che riequilibrando la dieta si riducono i fattori di rischio che favoriscono lo sviluppo del cancro al seno o ne ostacolano la guarigione.

La cosa importante è scegliere i prodotti di stagione, quello che la natura ci offre secondo i suoi tempi, quindi per intenderci niente fragole a dicembre o arance ad agosto!

Foto da:
dukeresearchadvantage.com
i.timeinc.net
www.coolbusinessideas.com
www.ihf.ie
www2.warwick.ac.uk
www.menulog.com.au
img.webmd.com
www.midwestlabs.com