Tumore: nuovo test trova una cellula malata su un miliardo di sane

da , il

    Tumore: nuovo test trova una cellula malata su un miliardo di sane

    Rivoluzione nell’oncologia: grazie a un semplice esame del sangue, presto i medici potranno individuare e studiare in vitro le cellulate cancerose circolanti, ovvero quelle che si staccano dalla massa tumorale principale e diffondono la malattia nel resto dell’organismo. Più in particolare, si potrà identificare anche una singola cellula malata su un miliardo di cellule sane. E non è finita qui: il test può essere ripetuto più volte, anche a distanza di poco tempo, e potrà quindi rivelarsi estremamente utile anche per verificare gli effettivi benefici apportati delle terapie farmacologiche a cui vengono sottoposti i pazienti.

    Il nuovo test oncologico è stato ideato dai ricercatori del Massachusetts General Hospital di Boston. L’effettivo sviluppo e il lancio sul mercato avverranno in partnership con la Veridex: una società facente parte della divisione farmaceutica della Johnson & Johnson.

    In realtà, la società statunitense aveva già reso disponibile un test del sangue per identificare le cellule malate circolanti: fino ad oggi, però, gli scienziati non erano in grado di isolare queste cellule per lo studio in vitro. Il passo in avanti dei ricercatori di Boston va proprio in questo senso: grazie all’ausilio di un microchip che attira e “marchia” le cellule malate, “rimbalzando” quelle sane, gli studiosi sono ora in grado di effettuare analisi più approfondite. Per il 2011 sono già previste diverse sperimentazioni sul nuovo test, che coinvolgeranno numerosi pazienti in cura in alcuni dei più importanti ospedali degli Stati Uniti (tra questi anche lo Sloan-Kettering di New York e il Dana-Farber Cancer Institute di Boston).