Tumore al polmone: la spia nell’unghia dei piedi?

Dalle unghie degli alluci, arriva il nuovo campanello d'allarme per chi rischia di sviluppare un tumore ai polmoni. Le unghie sono spesso lo specchio della salute, in questo caso raccontano la quantità di nicotina assunta nel tempo.

Pubblicato da Cinzia Iannaccio Giovedì 10 marzo 2011

Tumore al polmone: la spia nell’unghia dei piedi?

Il tumore ai polmoni avrebbe una spia nelle unghie dei piedi. Vi dico la verità, non appena ho letto questo dato sono andata, scettica, a guardarmi le estremità! Poi incuriosita ho finito di informarmi al riguardo e la cosa mi sembra rilevante a tal punto da raccontarvela, anche se la notizia è di un paio di giorni fa. I ricercatori del San Diego Medical Center e dell’Harvard School of Pubblic Healt si sono concentrati su questi fattori ed hanno pubblicato i risultati del loro studio sull’ultimo numero dell’American Journal of Epidemiology.

Le unghie sono molto importanti per evidenziare lo stato di salute delle persone, ma finora ci si era concentrati su quelle delle mani. In questo caso invece l’attenzione è stata spostata in particolare sull’unghia degli alluci, perché è quella che cresce più lentamente e dunque mantiene un maggior numero di informazioni, più a lungo: fino a sei anni in alcuni casi. Il lavoro scientifico in questione ha analizzato 840 volontari, di cui 210 affetti già da un tumore al polmone ed il resto sani. Ebbene, analizzata la quantità di nicotina presente nelle unghie degli alluci, si è evidenziato il rischio di sviluppare cancro ai polmoni. Maggiore è la concentrazione di tale sostanza e più alto è il pericolo! Questa ricerca scientifica si dimostra particolarmente importante per due motivi, non solo perché le unghie dei piedi, rispetto ai capelli o alle urine ( i mezzi utilizzati attualmente per fare dei test similari) hanno una memoria maggiore, ma anche e soprattutto perché immagazzinano in modo rilevante anche le quantità di nicotina assunte con il fumo passivo.

Spiega Wael Al-Delaimy, uno dei ricercatori che che ha firmato lo studio: “grazie all’analisi delle unghie si potrà ricostruire in maniera più precisa la storia dei fumatori che riferiscono il numero di sigarette consumate ma non sono in grado di quantificare quanto fumo passivo hanno inalato”. Lo stesso vale per chi non fuma. Dunque? Smettere di fumare è sempre meglio e da oggi, care amiche di Pourfemme….tutte a controllare gli alluci dei piedi, quando vi accingerete a fare il tradizionale pedicure!