Tumore al polmone: la dieta per ridurre i rischi del fumo

I fumatori che non vogliono rinunciare alle sigarette possono fare prevenzione? Si, portando a tavola tante qualità differenti di frutta e verdura. A suggerirlo è una ricerca statunitense.

Pubblicato da Lucrezio.Bove Mercoledì 15 settembre 2010

Tumore al polmone: la dieta per ridurre i rischi del fumo

Qual è la prima arma di prevenzione per il tumore al polmone? Il tabacco è indubbiamente la causa più diffusa, smettere di fumare è quindi la migliore strategia per ridurre al minimo il rischio di sviluppare il cancro. Ma per i fumatori incalliti non c’è speranza? Premettendo che non esiste una sola giustificazione valida per continuare a fumare, chi non vuole rinunciare alle sigarette per nessun motivo dovrebbe per lo meno stare attento a quello che mangia. Una ricerca pubblicata sulla Cancer Epidemiology, Biomarkers & Prevention, ha rivelato che attraverso il consumo regolare di frutta e verdura di diverse qualità, i fumatori possono ridurre sensibilmente il rischio di tumore al polmone.

Ai fini dello studio, un team di ricercatori americani ha raccolto informazioni sulle abitudini alimentari oltre 450mila soggetti. Tra questi 1.613 erano affetti da tumore al polmone. Dall’analisi dei dati è emerso che l’abitudine a portare a tavola numerose varietà di frutta e verdura – indipendentemente dalla quantità che se ne consuma – permette di ridurre sensibilmente le probabilità di sviluppare la tipologia più diffusa di cancro ai polmoni. A trarne maggiore beneficio sarebbero proprio i fumatori.

Come già detto, più che mangiare tanta frutta e verdura, in questo caso è importante consumarne tante qualità differenti. “Il fumo di tabacco contiene una complessa mescolanza di agenti cancerogeni, perciò c’è bisogno di una mescolanza di agenti protettivi per ridurre il rischio” ha spiegato Stephen Hecht, uno degli autori della ricerca. Consumare frutta e verdura di forme e colori diversi significa assumere un’ampia varietà di sostanze antiossidanti in grado di contrastare il danno provocato dal fumo. Non va dimenticato, però, che “ l’unico modo efficace per ridurre il rischio di ammalarsi di cancro ai polmoni è evitare il tabacco in tutte le sue forme” parola del dott. Hecht.