Tonsillite: sintomi, rimedi e cura

Ecco tutte le informazioni utili sulla tonsillite, sui sintomi, le cause possibili, i rimedi più utili e le cure più efficaci.

Pubblicato da Camilla Buffoli Giovedì 15 maggio 2014

Tonsillite: sintomi, rimedi e cura

La tonsillite è una malattia che colpisce soprattutto i bambini e, nella maggior parte dei casi, nei loro primi anni di vita, complici le loro difese immunitarie non ancora completamente sviluppate e davvero pronte a reagire agli “attacchi” esterni. Ecco cosa si intende per tonsillite, i suoi sintomi, i rimedi, naturali e non, più utili e la cura migliore.

Di cosa si tratta

Con il termine tonsillite, si intende l’infiammazione delle tonsille palatine, le strutture simmetriche situate nella gola, in fondo alla lingua, ai lati della faringe e dell’ugola. Tonsille infiammate, gola in fiamme, ma non solo, si tratta di una vera e propria infezione, scatenata dall’aggressione da parte di agenti patogeni di diverso genere, virus o batteri.

Meglio chiarire meglio cosa sono le tonsille. Insieme alle adenoidi, compongono l’anello linfatico della testa (anello di Waldeyer): un prezioso sistema di difesa del tratto alto delle vie aero-digestive. Alleate della difesa dell’organismo, ma non per sempre, perché pur essendo molto attive nei primi anni di vita dei bambini poi perdono progressivamente la loro funzione difensiva.

I sintomi

I sintomi, quando le tonsille vengono colpite dall’infezione, sono piuttosto evidenti e difficilmente ignorabili. La tonsillite, in particolare, si manifesta con il rigonfiamento delle tonsille, con presenza di pus, e l’ingrossamento delle ghiandole linfatiche del collo. Inoltre, possono comparire anche altri fastidi più generalizzati, come febbre, talvolta piuttosto elevata, mal di gola, abbassamento della voce, mal di testa, fastidi e difficoltà durante la deglutizione, malessere e stanchezza.

Le cause

La tonsillite è il risultato di diverse cause, fattori e circostanze. Le difese immunitarie particolarmente deboli nei primi anni di vita, per esempio, favoriscono l’aggressione da parte di virus e batteri, che sono i veri colpevoli.

L’infiammazione delle tonsille può essere di origine virale, cioè, come succede nel 70% dei casi, è tutta colpa di un virus, che scatena la forma di infezione meno seria, caratterizzata da sintomi simili a quelli dell’influenza, come mal di gola, febbre moderata e tonsille arrossate.

Quella di origine batterica, invece, è la forma di tonsillite più fastidiosa, che presenta sintomi più accentuati, come febbre alta, rigonfiamento delle ghiandole linfatiche e presenza di pus a livello delle tonsille.

I rimedi, la cura

Innanzitutto riposo, il rimedio della nonna infallibile anche in caso di tonsillite. In aggiunta, meglio scegliere una dieta ricca di cibi liquidi e bevande fresche, per dare sollievo alla gola.

In caso di tonsillite virale, il medico può suggerire alcuni farmaci per contrastare i sintomi, come gli antipiretici contro la febbre o gli sciroppi e le caramelle contro il mal di gola, ma non esistono cure specifiche. La tonsillite batterica, invece, si può trattare con i farmaci antibiotici, adatti sia a combattere l’azione dei batteri sia l’infiammazione.