Tbc: il Policlinico “A. Gemelli” istituisce una commissione internazionale per studiare il caso

Il Policlinico Agostino Gemelli ha deciso di istituire una commissione di esperti internazionali per valutare approfonditamente tutte le problematiche passate e future, legate all'epidemia di Tbc che si è sviluppata nel reparto di neonatologia.

Pubblicato da Cinzia Iannaccio Mercoledì 21 settembre 2011

Tbc: il Policlinico “A. Gemelli” istituisce una commissione internazionale per studiare il caso

Sarà difficile risalire a colpe specifiche per il caso di epidemia di tubercolosi che ha avuto luogo nel reparto di neonatologia del Policlinico A. Gemelli di Roma. Così tra commissioni regionali, ministeriali e legali, anche il nosocomio, ormai nella bufera, ha deciso di indagare approfonditamente per proprio conto. Si legge nella nota ufficiale della struttura sanitaria: “Al fine di accertare e valutare sistematicamente nella loro complessità tutti gli elementi correlati all’infezione tubercolare rilevata nel nostro reparto di neonatologia abbiamo istituito un’apposita Commissione di esperti di fama internazionale”.

I suddetti si impegneranno circa la “prevenzione, diagnosi, terapia e controllo della malattia. I lavori inizieranno subito”. Lo scopo, è quello di approfondire anche dal punto di vista scientifico tutte le problematiche connesse, dato l’ambito neonatale specifico e soprattutto le procedure assistenziali. Nel frattempo, sull’altro versante critico per l’ospedale romano, ovvero quello della bambina nata morta sono state già indagate due persone. Continueremo a tenervi informati.