Stare bene: le proprietà benefiche del kiwi

Il kiwi è un frutto esotico che si è diffuso in Italia, al punto che ormai è normale trovarlo nel cesto della frutta, insieme a mele e banane. Grazie alle suo apporto di vitamina C, fibre, acido folico, potassio, magnesio, calcio e ferro, il kiwi può darci una mano importante per mantenerci sani e in forma.

Pubblicato da Lucrezio.Bove Lunedì 29 marzo 2010

Oggi parliamo del kiwi, un frutto esotico che si è diffuso in Italia al punto che ormai è normale trovarlo nel cesto della frutta, insieme a mele e banane. Parlando di proprietà benefiche dovete sapere che un kiwi contiene il doppio della vitamina C contenuta in un’arancia. E’ dunque una vera bomba energetica che protegge dalle infezioni e dai malanni, soprattutto durante le stagioni più fredde. Per questo motivo mangiare uno o due kiwi a colazione aiuta ad affrontare la giornata nel migliore dei modi.

Inoltre, il frutto verde, grazie al suo importante apporto di fibre solubili e insolubili, è utile a chi soffre di stitichezza, ma anche a chi ha problemi di ragadi o emorroidi.

Se state aspettando un bambino vi consiglio di mangiarne in gran quantità: l’acido folito contenuto nel frutto, conosciuto anche come folacina o Vitamia B9, è indispensabile per la crescita del feto. Mangiate kiwi in abbondanza e il vostro piccolo crescerà sano e forte dentro il pancione.

Consiglio di mangiare il kiwi subito dopo averlo sbucciato: esponendo la polpa all’aria aperta per troppo tempo rischiate di fargli perdere le proprietà antissidanti, nonchè il potere protettivo per malattie gravi come il tumore ai polmoni e quello all’esofago.

Il frutto contiene altri nutrienti importanti: potassio, magnesio, sodio, fosforo, calcio e ferro, utilissimi per chi è dedito allo sport e per prevenire ansia e depressione. Mangia un kiwi e sorridi, verrebbe da dire. Avete ancora qualche dubbio riguardo all’ipotesi di introdurlo nella vostra dieta quotidiana? Mentre ci pensate io vado a mangiarne un paio…