Salute: ecco il passaporto sanitario

Tutto pronto per le vacanze: non bisogna dimenticare il Passaporto Sanitario, specie se si va all’estero. E’ un documento con tutte le informazioni mediche che ci riguardano.

Pubblicato da Cinzia Iannaccio Martedì 27 luglio 2010

Salute: ecco il passaporto sanitario

Assomiglia ad un normalissimo passaporto, ma è molto di più. Serve per andare all’estero, sì, ma per viaggiare in sicurezza e salute. Si tratta del Passaporto Sanitario, strumento personale importante per chi soffre di patologie croniche, chi sta prendendo momentaneamente dei farmaci, o solo per pura prevenzione. Recandosi in paesi lontani può essere vitale avere a portata di mano un documento in cui ci sono scritti tutti i nostri dati sanitari. Lo propone la SIMVIM (Società Italiana di Medicina dei Viaggi e delle Migrazioni) ed è possibile ritirarlo in uno dei 120 Centri di Medicina dei Viaggi su tutto il territorio italiano. Potete trovare gli indirizzi sul sito www.simvim.it


Ma cosa c’è scritto sopra di così importante? Ovviamente le vostre generalità care amiche di Pourfemme. Poi il gruppo sanguigno, e come vi dicevo le malattie o le terapie in corso. C’è lo spazio per segnare le vaccinazioni eseguite, specialmente quelle del posto che state per visitare, nonché i nomi ed i recapiti di chi avvisare in caso di emergenza.

Per me, come nel caso della valigetta dei farmaci, si tratta anche di un rito scaramantico! In tutto sono 24 pagine di informazioni, da compilare in maniera semplice e chiara, nel quale vengono riportate le “notizie sanitarie” più rilevanti relative al viaggiatore.

E’ in sette diverse lingue (inglese, francese, tedesco, spagnolo, russo, arabo e cinese) e serve ad affrontare la vacanza con la dovuta serenità. Per non lasciare nulla al caso, specie se si va all’estero. Voi donne seppur indaffarate, siete molto attente a tutto. Che ne pensate dunque di questa iniziativa?

Non è detto che debba succedere qualcosa di negativo per forza, ma avere dietro le proprie informazioni sanitarie dovrebbe essere di routine anche per chi va in ufficio ogni mattina. Le vacanze poi, possono guastarsi per una qualunque cosa: anche una stipsi improvvisa va preventivata. E credo che abbia una valenza in più.

Quante di voi ragazze conoscono il proprio gruppo sanguigno? Io l’ho scoperto durante la gravidanza. E quali vaccinazioni abbiamo fatto da bambine? Abbiamo avuto malattie particolari nell’infanzia? Bene. E’ il momento di scoprirlo. Che ne dite, non siete curiose?