Punti neri su viso e corpo: i rimedi definitivi

I punti neri possono diventare un'ossessione, eliminarli è difficile e spesso ci si arrende perchè non si conoscono i metodi più efficaci. Scopriamo insieme come mettere la parola fine al problema.

Pubblicato da Lucrezio.Bove Giovedì 27 maggio 2010

I punti neri, conosciuti scientificamente con il nome di comedoni aperti, sono l’ossessione di molti adolescenti, ma possono rappresentare un problema anche per gli adulti con una pelle particolarmente grassa e impura. E in effetti i punti neri altro non sono che impurità della pelle: si formano quando i follicoli dilatati si riempiono di sebo o cheratina, sostanze che a contatto con l’aria si ossidano assumendo il caratteristico colore scuro. Scopriamo insieme come eliminare questi fatidiosi inestetismi una volta per tutte!

Prima di passare ai rimedi da applicare, è importante segnalare quello che non va fatto. I punti neri non vanno mai schiacciati, neanche prendendo le precauzioni che vi sembra possano tutelarvi. Spremendo i comedoni rischiereste di dare origini a infezioni particolarmente violente, o di arrecare danni permanenti alla pelle, lasciando piccole e fastidiose cicatrici che non vi abbandoneranno mai.

Cosa dobbiamo fare allore per eliminarli definitivamente? Premettendo che per molti l’alimentazione influisce poco o niente, secondo alcune branchie della medicina abituarsi a seguire una dieta equilibrata, che preveda pochi grassi e zuccheri e tanta frutta e verdura, aiuterebbe a prevenire la comparsa dei punti neri. Io ho constatato sulla mia pelle (e in questo caso la metafora calza a pennello) che le abitudini alimentari non cambiano le cose. Nei miei periodi di “ossessione salutistica” il problema persisteva. Comunque mangiare bene è una scelta che va oltre gli inestetismi cutanei, quindi non usatela come scusa per rimpinzarvi…

Se il cibo non rappresenta una vera e propria soluzione, i consigli che vi do ora potrebbero mettere la parola fine. Ecco gli accorgimenti più importanti:

  • Per la detersione quotidiana dovete prediligere prodotti non aggressivi: rischiereste di seccare la pelle che per difendersi produrrebbe sebo in quantità industriali. Utilizzate detergenti che abbiano caratteristiche astringenti e che aiutino a dilatare i pori.
  • Si agli scrub, anche a quelli fatti in casa (olio+zucchero, miele+sale, …), ma non fatene mai più di uno a settimana, per non rischiare di arrecare danni alla pelle.
  • Anche le maschere purificanti possono aiutare, ma anche qui non bisogna eccedere. L’argilla verde, applicata sulla parte interessata una volta a settimana, aiuta a eliminare il sebo in eccesso e ne limita la produzione.
  • Una volta al mese è necessario sottoporsi alla pulizia del viso per mano di un’estetista esperta. Solo lei può permettersi, con le metodologie corrette, di schiacciare fuori il sebo e liberarvi per un bel po’ di tempo dai fastidiosissimi comedoni.
  • Infine, consiglio di provare i cerotti per i punti neri. Dico provare perché la reazione a questi prodotti cambia di soggetto in soggetto: in alcuni casi fanno miracoli, in altri hanno un effetto comparabile a quello dell’acqua.

Foto da:
altervista.org
ecap.palermo.it
teamsugar.com
guadagnorisparmiando.com
girlslife.com