Psoriarsi: dimagrire migliora le terapie

da , il

    Psoriarsi: dimagrire migliora le terapie

    Dimagrire migliora le terapie contro la psoriasi. L’obesità, infatti, è un fattore di rischio per la comparsa della malattia, e rende questa affezione cronica della cute, che si desquama, meno sensibile alle cure. A darne notizia è una ricerca della Clinica Dermatologica dell’Università di Verona, pubblicato sulla rivista “American Journal of Clinical Nutrition”. Secondo gli esperti, molti pazienti affetti da psoriasi sono in sovrappeso o sono obesi, tuttavia, perdere peso rende la terapia con ciclosporina più efficace.

    La psoriasi è una malattia infiammatoria cronica della pelle, che in Italia colpisce circa 2 milioni di persone. Tende ad esordire entro i primi 30 anni di vita, con notevoli ripercussioni sia sul piano relazionale, che sociale. Fortunatamente, però, la gran parte dei pazienti presenta la malattia in un grado lieve o lieve-moderato, trattabile con la sola applicazione di creme e pomate.

    Come spiega Giampiero Girolomoni, Direttore della Clinica Dermatologica dell’Università di Verona e presidente dell’86esimo Congresso nazionale della Società Italiana di Dermatologia (SIDeMaST), che si occuperà di questo tema verso la fine di maggio:

    Nell’approccio al paziente è fondamentale una gestione globale, che tenga conto non solo degli aspetti cutanei ma anche del peso, così come della presenza di artrite e del profilo di rischio cardiovascolare.

    La psoriasi, inoltre è associata alla sindrome metabolica e i casi gravi aumentano il rischio di sviluppare anche malattie a carico dell‘apparato cardiovascolare attraverso fattori come obesità, ipertensione, aumento dei grassi nel sangue, diabete.

    Riguardo al fattore peso, come precisa anche il dermatologo Girolomoni, sono in corso ricerche per verificare se il dimagrimento mantiene la remissione della psoriasi anche in assenza di farmaci.