Prolattina alta: gli effetti sull’organismo femminile e maschile

La prolattina alta è un problema che riguarda molte donne e molti uomini, è abbastanza complicato il riscontro dei livelli aumentati della prolattina perchè tra un prelievo e altro a distanza di poche ore si possono avere valori molto diversi.

Pubblicato da Serena Vasta Venerdì 19 marzo 2010

La prolattina alta è un problema che riguarda molte donne e molti uomini, è abbastanza complicato il riscontro dei livelli aumentati della prolattina perchè tra un prelievo e altro a distanza di poche ore si possono avere valori molto diversi. La prolattina alta è influenzata da molti fattori come stress e stanchezza, la sua funzione è quella di stimolare gli acini ghiandolari della mammella a produrre il latte infatti è un ormone essenziale per la gravidanza e l’allattamento. I valori normali sono tra lo 0 e 20 ng/ml, superato questo valore si parla di prolattina alta.

Ecco gli effetti che la prolattina ha sull’organismo femminile:

  • Secrezione di latte dalle mammelle
  • Allungamento della distanza tra un ciclo e l’altro fino all’amenorrea
  • Riduzione di volume dell’utero, aumento di volume delle mammella
  • Cefalea
  • Dolore alle mammelle (Mastodinia)
  • Azione favorente l’Obesità
  • Azione favorente l’intolleranza glucidica
  • Azione favorente la policistosi ovarica
  • Azione di ostacolo alla fertilità a vari livelli compreso abortività precoce spontanea
  • Frigidità sessuale

Effetti della prolattina alta sull’organismo maschile:

  • Impotenza copulandi (difficoltà nell’erezione)
  • Impotenza coeundi (alterazione dei parametri seminali, diminuzione della capacità fecondante dello sperma)
  • Aumento di volume della ghiandola mammaria

Foto da:
blogs.brisbanetimes.com.au
www.tuttomamma.com
blogmoda.com
psicoterapia.megablog.it