Paracetamolo, il farmaco al vaglio anche in Italia

Il paracetamolo in dosi superiori ai 325 mg potrebbe essere pericoloso. Dopo l'allarme della FDA americana, il caso passa al vaglio dell'Aifa (Agenzia Italiana Farmaco).

Pubblicato da Cinzia Iannaccio Venerdì 28 gennaio 2011

Paracetamolo, il farmaco al vaglio anche in Italia

Solo ieri vi avevamo parlato dell’allarme lanciato dalla FDA circa il Paracetamolo (tachipirina) superiore ai dosaggi di 325 mg. Secondo l’organismo sanitario americano, il paracetamolo, in legame ad altre sostanze aumenterebbe il rischio già noto di danni al fegato, oltre che di allergie. La questione, in Italia sarà presa in considerazione anche dalla nostra Aifa (Agenzia Italiana per il Farmaco) nella prossima riunione prevista per il 2 febbraio. Non va creato comunque allarmismo, tali fatti sono già noti e tra l’altro considerati rari. Certo è che rimane un invito al corretto utilizzo di questo farmaco fondamentale per combattere la febbre oltre che antidolorifico. Un prezioso consiglio che vale per tutti i medicinali, specie in questo periodo in cui circa 500.000 italiani sono a letto con i sintomi dell’influenza, tra cui moltissimi bambini, principali consumatori di paracetamolo.