Occhi bambini: ecco come proteggerli dal sole

da , il

    Occhi bambini: ecco come proteggerli dal sole

    Finalmente, dopo essersi fatto aspettare a lungo, il sole è tornato a scaldare le nostre giornate. La tentazione di crogiolarsi sotto i raggi solari per ore e ore è tanta, soprattutto dopo l’inverno appena trascorso. Come ben sapete, però, è necessario prendere le dovute precauzioni. Oggi parliamo di come proteggere dalle radiazioni luminose gli occhi dei bambini: una pratica ancora poco diffusa. E si, perché se è vero che le creme solari per la pelle hanno ormai preso piede, la protezione della vista viene tralasciata ancora troppo spesso. Per gli occhi delicati dei bambini è necessario prendere precauzioni particolari: scopriamole insime.

    Il primo passo da compiere è molto semplice: acquistare un paio di occhiali da sole adatti a filtrare i raggi Uv e la Luce blu: “Un tipo di radiazione luminosa – spiega il dottor Francesco Loperfido, responsabile del servizio di Oftalmologia generale del San Raffaele di Milano - che molto spesso viene sottovaluta perché poco conosciuta, che resta però molto pericolosa. L’occhio umano infatti, a causa di un difetto naturale, non riesce a mettere a fuoco la Luce blu sulla retina, rischiando così di danneggiarla”.

    Per fare l’acquisto recatevi sempre in un centro specializzato e scegliete occhiali che riportino il marchio CE, adatti alla fisionomia del viso del bambino, senza lasciare nulla al caso: stanghette, lenti e montatura devono essere a norma. Gli occhiali delle bancarelle hanno una capacità di filtrare i raggi solari dannosi comparabile a quella dell’aria. Meglio spendere un po’ di più e assicurare al bambino una protezione adeguata.

    E’ poi di fondamentale importanza sottoporre i bambini a controlli oculistici periodici, iniziando possibilmente sin da quando sono molto piccoli. In questo modo potrete identificare eventuali anomalie della vista preventivamente . Le visite dell’oculista, spiega il dott. Lo Perfido, “permettono di evidenziare oltre alla miopia, altri difetti visivi come l’ipermetropia e l’astigmatismo, ma anche patologie quali lo strabismo, tipico dell’età pediatrica, o malattie di maggiore gravità”. Sono ancora pochi i genitori informati: addirittura il 20% degli italiani non ha mai portato il figlio dall’oculista. Se siete tra questi, non resta che prenotare un incontro al più presto.

    L’IAPB Italia onlus (l’Agenzia internazionale per la prevenzione della cecità) ha offerto alcuni consigli per permettere ai genitori di proteggere in modo adeguato la vista dei bambini:

    • Non fateli stare al sole nelle ore più calde della giornata (dalle 11 alle 17).
    • Se portano le lenti a contatto, non date loro la possibilità di indossarle mentre fanno il bagno (sia al mare che in piscina).
    • Se dovesse entrare della sabbia negli occhi, risciacquate con acqua abbondante.
    • Quando il sole è molto forte, fategli indossare un cappellino con la visiera.
    • In caso di infiammazione della congiuntiva (congiuntivite), non portateli né al mare, né in piscina finché non saranno guariti completamente.
    • Durante le stagioni calde cercate di fargli mangiare tanta frutta, verdura e fategli bere molta acqua. Bandite dolci, cibi troppo grassi e bibite gassate o iperzuccherate.

    Foto da:

    www2.montcopa.org