Obesità: in sovrappeso un italiano su tre

da , il

    La dieta mediterranea sarà anche la più sana, ma non abbiamo nessuna intenzione di seguirne i principi! Solo il 5,6% degli italiani consuma giornalmente frutta e verdura, mentre dolci, snack, bevande iperzuccherate e alcolici vanno sempre più di moda. Lo sport è una pratica che non ci interessa: ci limitiamo a guardarlo in televisione. Il risultato? Stiamo diventando un paese di obesi! I dati del rapporto Osservasalute 2009, presentati ieri a Roma, sono a dir poco imbarazzanti.

    Il 35% degli italiani, uno su tre, è in sovrappeso. Il sud mantiene il numero più alto di grassi, con percentuali che vanno dal 12,6% del Molise a picchi di oltre il 41% di Campania e Sicilia. Al crescere dell’età aumentano anche i chili, con un 16,5% di persone in sovrappeso tra i 18 e i 24 anni e un 60% per quelle tra i 55 a i 75. Manco a dirlo, gli uomini si curano meno delle donne e quindi rappresentano la percentuale più alta tra i soggetti obesi o in sovrappeso. Purtroppo i genitori tendono a trasmettere la cultura del “più mangi, più stai meglio” anche ai bambini: il 36% ha problemi con la bilancia.

    Come se non bastasse la pigrizia ci porta a non fare sport: solo il 20,4% si impegna in un’attività fisica in modo costante, il 9,6% lo fa saltuariamente. Nelle regioni del sud più della metà dei concittadini ha dichiarato, con una certa fierezza, di non aver mai fatto sport nella vita.

    Unico dato confortante è che sta gradualmente diminuendo il numero dei fumatori. Probabilmente è una conseguenza diretta dell’aumento imbarazzante del prezzo delle sigarette, ma il risultato è ciò che conta.

    Foto da:

    ndn1.newsweek.com www.topnews.in i.livescience.com www.thefatproblem.com www.time.com www.gastricbandingsurgery.com.au