Obesità: in sovrappeso 1 europeo su 2, salvi gli italiani

Un europeo su due è obeso o in sovrappeso, gli italiani sono tra i più magri. E' il resoconto del report “Health at a Glance Europe 2010” messo a punto dall'Ocse e dalla Commissione europea.

Pubblicato da Lucrezio.Bove Mercoledì 8 dicembre 2010

Obesità: in sovrappeso 1 europeo su 2, salvi gli italiani

Il vecchio continente sarà anche stato investito da una crisi economica che non ha precedenti (o quasi), ma a quanto pare nessuno ha ancora deciso di risparmiare sul cibo. Un europeo su due è obeso o in sovrappeso, nel corso degli ultimi due decenni il tasso di obesità della maggior parte degli stati UE è addirittura raddoppiato. Lo rivela l’indagine “Health at a Glance Europe 2010”, realizzata dall’Ocse in collaborazione con la Commissione europea.

Stando ai risultati del rapporto, a dispetto di quanto si possa credere, gli italiani sono tra i cittadini europei più snelli. Il tasso di obesità nel nostro paese si attesta infatti sotto al 10% della popolazione generale, contro il 20,1% dell’Islanda, il 22,3% di Malta, il 23% dell’Irlanda e l’esagerato 24,5% del Regno Unito. Meglio del Belpaese si comportano solo Romania (sotto l’8%) e Svizzera (8,1%).

Come già ribadito più volte in passato, la preoccupazione sale perché l’obesità si sta diffondendo soprattutto tra i più piccoli. Attualmente, in Europa, un bambino su sette è in sovrappeso o obeso e la situazione peggiora ogni anno che passa.

I bambini europei mangiano quanto, come e quando vogliono e non amano l’attività fisica (solo un bimbo su cinque fa sport in modo continuativo). Dietro a questi comportamenti poco raccomandabili ci sono i genitori, che non hanno limiti e non pongono limiti ai propri figli. Come ha più volte sottolineato l’Ocse è proprio per i bambini che occorre invertire la rotta: bisogna incentivarli a cambiare abitudini. Prendiamoci questo impegno!