Nuove scoperte sulla sclerosi laterale amiotrofica

Una nuova scoperta sulle cause della sclerosi laterale amiotrofica apre nuove possibili speranze di cura.

Pubblicato da Cinzia Iannaccio Mercoledì 24 agosto 2011

Nuove scoperte sulla sclerosi laterale amiotrofica

Nuove preziose scoperte scientifiche sulla SLA, la sclerosi laterale amiotrofica: secondo una ricerca scientifica pubblicata sull’ultimo numero di Nature, sarebbe stata identificata una base comune a tutte le forme di questa patologia (che può essere familiare, sporadica o associata a demenza). Si tratterebbe del mancato funzionamento del meccanismo fisiologico che permette di ripulire e rimpiazzare nelle cellule sane, le proteine danneggiate.

La colpa nell’inattività di una proteina (ubiquilina 2) che favorirebbe l’accumulo di materiale danneggiato e dunque la degenerazione dei neuroni e la malattia. La scoperta è stata fatta da alcuni studiosi della Feinberg School of Medicine della Northwestern University negli Stati Uniti, convinti di aver aperto un nuovo scenario nella ricerca scientifica, rivolta alla individuazione di farmaci capaci di regolare o comunque migliorare tale processo di “pulizia e riciclaggio”.