Morsi da serpenti: come comportarsi?

da , il

    Morsi da serpenti: come comportarsi?

    Essere morsi da un serpente è una cosa che in Italia ormai è abbastanza rara, dopo le bonifiche dei terreni, le nuove tecniche di coltivazione e falciatura diciamo che i rischi sono molto bassi. Se in Italia la situazione è sotto controllo non si può dire lo stesso per altre parti del mondo, tant’è che l’Oms ha lanciato l’allarme, i paesi più pericolosi sono soprattutto quelli più poveri, (zone di Stati Uniti, India e Pakistan) che pongono dei rischio anche per altre malattie, ormai superate da noi, come Leishmaniosi, Dengue e morbo di Chagas. Ma cosa fare se si è morsi da un serpente? Ve lo spiego io quì su Salute Pour Femme!

    Per prima cosa la cosa che si deve assolutamente fare è restare calmi e non andare nel pallone! Se è possibile o non riconoscete il serpente che vi ha morso, cercate di catturarlo (o ucciderlo) facendo molta attenzione che non vi morda perchè i serpenti non iniettano mai tutto il veleno in un morso, ma dal 25 al 75%.

    Andare al pronto soccorso più vicino per farsi fare la puntura con il siero anti veleno! Se vi trovate fuori mano, entro 20-30 minuti dal morso dovete applicare un laccio sopra l’articolazione più vicina alla ferita. Il laccio deve essere rilasciato per un minuto e mezzo ogni 10 minuti e deve essere spostato verso la radice dell’arto in modo che l’edema non progredisca, comunque non può stare per più di quattro ore.

    Immobilizzate la parte ferita e tenetela più in basso rispetto al cuore, (niente gambe in aria per intenderci) in modo che vi arrivi meno sangue possibile. Mantenete la persona il caldo e ricordatevi che potete tranquillamente dargli acqua, caffè ma non alcool.

    A questo punto sarete già arrivati in ospedale e vi avranno già dato il siero che viene fatto con una puntura intramuscolo, questo può provocare allergie. Se entro 30 minuti non compaiono rigonfiamento, sonnolenza, formicolio, stanchezza il serpente non era velenoso e quindi state a riposo per due e andrà tutto bene.

    Foto da:

    s2.hubimg.com