Malattie rare: Lizzie, costretta a mangiare ogni 15 minuti

da , il

    Se il sogno di ogni donna è quello di ridurre al minimo i rotolini di ciccia, c’è una ragazza che per un filo di grasso darebbe qualsiasi cosa. Si chiama Lizzie Velasquez ed è Texana, ha 21 anni e pesa 28 chili, ma non è anoressica. Anzi, per sopravvivere è costretta a nutrirsi 60 volte al giorno (una volta ogni 15 minuti), mangiando qualsiasi cosa le capiti sotto tiro. Lizzie soffre di una malattia rarissima, non ancora diagnosticata. Abhimanyu Garg, che la segue da diversi anni, pensa si tratti di una forma particolare di Sindrome Neonatale Progeroide: una patologia rara che accelera drasticamente il processo di invecchiamento ed è causa di una perdita di peso e di una celere degenerazione dei tessuti.

    Quella del dott. Garg, però, resta solo un’ipotesi, perché la malattia della 21enne texana è ancora sconosciuta: in tutto il mondo ne soffrono solo tre persone. Lizzie è nata prematuramente e sottopeso, i medici l’hanno tenuto in incubatrice per sei settimane, pensando che i suoi organi non si sarebbero mai sviluppati correttamente. Poi il miracolo: Lizzie riesce a sopravvivere e a crescere, ma i genitori sanno che non sarà mai una bambina come le altre. Il bene di una mamma e di una papà, però, va oltre a qualsiasi limite fisico.

    A 21 anni Lizzie indossa gli abiti di una ragazzina, è cieca da un occhio e sul suo corpo non c’è un filo di grasso, ma non ha mai perso il sorriso. Sul suo blog scrive “Devo ringraziare i miei splendidi genitori che mi hanno fatto sempre sentire normale…” e poi continua “la cosa più importante che voglio dire a tutti è che sono una ragazza come le altre. Mi piace ridere, stare con i miei amici e la famiglia, godermi la vita. Per favore non sentitevi di dovermi trattare diversamente solo perché sembro diversa”.

    Foto da:

    encyclopediadramatica.com corriereadriatico.it