Malattie in gravidanza: l’ipertensione

L'ipertensione in gravidanza è una delle malattie più pericolose e da tenere sotto controllo. Di solito compare nel terzo trimestre di gestazione ed è per questo che la pressione deve essere controllata spesso.

Pubblicato da Serena Vasta Lunedì 14 settembre 2009

In gravidanza il corpo della donna va incontro a molti cambiamenti, pur non provocando vere e proprie malattie lo sviluppo del feto può portare a disturbi che possono influire più o meno in modo grave sulla salute della donna e del feto. Le due malattie più diffuse sono l’ipertensione e il diabete gestazionale, oggi approfondiamo l’ipertensione in gravidanza.

L’ipertensione può essere già presente o comparire con la gravidanza, solitamente interessa gli ultimi tre mesi di gestazione e considerando che generalmente la gravidanza la fa abbassare, valori come 140/90 sono da considerarsi preoccupanti quindi a questa pressione o valori superiori è meglio andare in ospedale.

Per valutare se si soffre di ipertensione vanno fatti alcuni esami tra cui: esame delle urine con dosaggi delle proteine, esami del sangue specifici, ecografia con flussimetria, cardiotocografia.

L’ipertensione in gravidanza se non curata può creare danni sia alla madre che al bambino, nella madre, a seconda di quando si manifesta, può provocare l’eclampsia e la pre-eclampsia oppure delle malattie immunologiche, nel bambino tutto questo può significare danni al fegato, alla placenta, al cervello, al sistema cardiovascolare e al sistema ormonale e provocare un parto prematuro.

I sintomi dell’ipertensione in gravidanza sono:

  • ipertensione
  • un edema diffuso
  • mal di testa
  • giramenti di testa
  • abbassamenti di vista
  • convulsioni

In caso di ipertensione in gravidanza il medico prescriverà un trattamento anti-ipertensione per fare in modo che la pressione di abbassi gradualmente in modo che la placenta non si trovi all’improvviso con un afflusso di sangue molto inferiore e che ovviamente può essere dannoso per il bambino.

Per curare la pressione alta in gravidanza e per prevenirla, nei soggetti a rischio e non, è consigliabile tenere sotto controllo la pressione e quindi misurarla spesso, seguire un’alimentazione sana con pasti equilibrati e poco calorici e senza esagerare con sale e cibi salati e fare attività fisica, ovviamente il linea con la gravidanza.

Foto da:
graphics.iparenting.com
images2.cafemom.com
imagecache5.art.com