Lo stipendio degli amici ci rende infelici

da , il

    Lo stipendio degli amici ci rende infelici

    Una sbirciatina alla busta paga di un amico o di un parente ed è subito invidia. Confrontare i propri stipendi con quelli dei nostri cari ci rende infelici. Il motivo? La crisi economica dilagante! Se prima i nostri soldi ci bastavano e non facevamo caso a quanto guadagnassero gli altri, ora le cose sono cambiate. Lo ha rivelato lo studio di un team di ricercatori francesi dall’Ecole d’economie de Paris, che ha interessato un campione di 19000 soggetti provenienti da tutta Europa.

    Chi guadagna di meno si sente frustrato e insoddisfatto e la felicità è inversamente proporzionale all’altrui ricchezza. Il dott. Andrew Clark, coordinatore della ricerca francese, spiega “Il continuo confronto con gli altri fa apparire il mondo un luogo meno felice, e più ingiusto e mettersi a paragone con gli amici è due volte più doloroso che competere con i colleghi di lavoro”. A farci rodere il fegato non sarebbero quindi i conoscenti più fortunati di noi, ma le persone care, come amici di vecchia data e parenti. Un’osservazione che lascia ancora più esterrefatti.

    Claudio Mencacci, direttore del dipartimento psichiatrico del Fatebenefratelli di Milano, consiglia di smettere di pensare solo ai soldi e di inziare a “investire sui propri talenti, che non sono necessariamente quelli espressi nell’attività professionale, e mettere al primo posto il bisogno di rapporti umani e di condivisione”. Per quando possa sembrare difficile è oppurtuno convincersi che esistono anche altri valori!

    Che in occidente i soldi avessero un ruolo importante lo sapevamo un po’ tutti, ma che fossimo arrivati a questi livelli qualcuno forse non lo immaginava. Il denaro non farà la felicità, ma averne poco, a quanto pare, fa l’infelicità!

    Foto da: blogcdn.com