Liste d’attesa: dopo un mese gli italiani perdono la pazienza

da , il

    Liste d’attesa: dopo un mese gli italiani perdono la pazienza

    Molti controlli e cure mediche si potrebbero avere gratis ma nella maggior parte dei casi tutti noi preferiamo pagare lo specialista per accorciare i tempi e capire subito se c’è qualcosa che non va in modo da porre subito rimedio. Quando il medico ci prescrive degli esami particolari o che richiedano qualche responsabilità in più della solita aspirina il medico di famiglia manda dallo specialista, quando dobbiamo sottoporci a visite mediche specialistiche ed esami noi italiani siamo mestamente rassegnati alle liste d’attesa, ma questa rassegnazione quanto dura? Beh ad occhio e croce meno di un mese, dopo di che cominciano le lamentele!

    La pazienza degli italiani che sono in lista d’attesa per fare controlli, visite ed analisi dura circa un mese, dopo di che i pazienti, smettono di essere “pazienti” e si innervosiscono!

    Il 64% delle persone che hanno aspettato tra 16 e i 30 giorni per la visita o per l’esame diagnostico non si sono lamentate, se però vengono superati i 30 giorni il discorso cambia, se poi si arrivano a superare i tre mesi la situazione diventa davvero insostenibile, e mi sembra anche giusto.

    In linea di massima a noi italiani aspettare un pò non crea troppi problemi, ma superato il mese o quando per una visita occorrono 3 mesi allora si crea molta tensione. Il mio consiglio, da paziente mediamente “paziente”, è che se si tratta di cose banali allora si può anche aspettare, ma quando c’è in gioco la nostra vita, è meglio indagare subito e piuttosto rinunciare ad altre cose, purtroppo la vita è solo una e vale qualunque prezzo.

    Voi che ne pensate? Quanto siete disposi ad aspettare per una visita specialistica?

    Foto da:

    www.irishhealth.com