Le malattie del sangue più diffuse e i sintomi per riconoscerle

Il sangue trasporta sostanze importanti per la vita di organi e tessuti, e cellule che li difendono da infezioni e malattie, funzioni assolutamente essenziali per la vita

Pubblicato da Anna Franceschi Martedì 12 luglio 2016

Le malattie del sangue più diffuse e i sintomi per riconoscerle

Le malattie del sangue vengono studiate dall’ematologia, una branca della medicina che mira a conoscere la composizione fisiologica del sangue e le cure delle patologie che possono colpire l’apparato circolatorio. Le malattie del sangue più diffuse sono per esempio i vari tipi di anemia, ma anche malattie gravi come le leucemie, ed è quindi importante prestare attenzione ai sintomi per riconoscerle e poter procedere con le cure necessarie.

Il corpo umano contiene circa 5-6 litri di sangue, ed esso è il mezzo con cui ossigeno e sostanze necessarie al funzionamento di organi e tessuti vengono trasportare in tutto l’organismo. Le malattie del sangue possono essere acquisite o ereditarie, e colpiscono i componenti del sangue, ossia i globuli rossi, i globuli bianchi, le piastrine, o il plasma.

Malattie del sangue che colpiscono i globuli rossi

  • Anemia: è caratterizzata da un numero basso di globuli rossi
  • Anemia da carenza di ferro: è caratterizzata da livelli non adeguati di ferro nel sangue
  • Anemia perniciosa: è caratterizzata da una carenza di vitamina B12
  • Anemia aplastica: è caratterizzata da un’insufficiente quantità di cellule ematiche, inclusi i globuli rossi
  • Anemia emolitica autoimmune: il sistema immunitario iperattivo distrugge i globuli rossi causando anemia
  • Talassemia: è una forma genetica di anemia che colpisce in prevalenza le persone del bacino mediterraneo
  • Policitemia vera: è caratterizzata da una quantità eccessiva di cellule ematiche
  • Malaria: è caratterizzata da un’infezione dei globuli rossi

Malattie del sangue che colpiscono i globuli bianchi

  • Linfoma: è un tumore del sangue che si sviluppa nel sistema linfatico caratterizzato da un globulo bianco maligno che si moltiplica e si diffonde
  • Leucemia: è un tumore del sangue dove un globulo bianco diventa maligno e si moltiplica all’interno del midollo osseo
  • Mieloma multiplo: è un tumore del sangue dove un globulo bianco diventa maligno, si moltiplica e rilascia sostanze dannose che compromettono gli organi
  • Sindrome mielodisplastica: una famiglia di tumori del sangue che colpiscono il midollo osseo

Malattie del sangue che colpiscono le piastrine

  • Trombocitopenia: è caratterizzata da un basso numero di piastrine nel sangue
  • Porpora trombocitopenica idiopatica: è caratterizzata da un numero persistentemente basso di piastrine nel sangue
  • Trombocitopenia indotta da eparina: è caratterizzata da una bassa conta piastrinica causata da una reazione contro l’eparina
  • Porpora trombotica trombocitopenica: è caratterizzata dalla formazione di piccoli coaguli di sangue nei vasi sanguigni del corpo
  • Trombocitosi essenziale: è caratterizzata da una quantità eccessiva di piastrine che non espletano la loro funzione correttamente

Malattie del sangue che colpiscono il plasma

  • Sepsi: è caratterizzata da una infezione situata nel corpo che si diffonde nel sangue
  • Emofilia: è caratterizzata da una errata coagulazione del sangue
  • Stato di ipercoagulabilità: è caratterizzata da una coagularsi troppo facile
  • Trombosi venosa: è caratterizzata da un coagulo di sangue in una vena che può spostarsi verso il cuore e causare una embolia polmonare

I sintomi

Le malattie del sangue generalmente presentano una sintomatologia modesta se la malattia ha avuto una crescita lenta. I sintomi più ricorrenti sono la stanchezza, il dolore osseo e la presenza di febbre, ma vi possono essere segni fisici più evidenti come emorragie, pallore, trombosi e ulcere.
Essendo i sintomi vaghi, le patologie del sangue non sono semplici da diagnosticare, e il modo più sicuro per arrivare ad una risposta è quello di eseguire test di laboratorio su campioni di sangue.