Le donne annoiate mangiano e ingrassano di più

da , il

    Le donne annoiate mangiano e ingrassano di più

    Noia, rabbia, insoddisfazione e delusione sono sentimenti che possono portare le donne, molto più degli uomini, a rimpinzarsi di cibo. Non è la scusa di una donna che ha difficoltà a rapportarsi con la bilancia, ma il risultato di una ricerca inglese promossa dalla Appesat: un’azienda produttrice di prodotti dimagranti che puntano a reprimere la fame. Un panino in più al giorno può far ingrassare di diversi chilogrammi in poche settimane. Da qui è facile capire perché un cambiamento dell’umore può creare non pochi problemi.

    Per valutare quando lo stato d’animo possa condizionare l’appetito, i ricercatori inglesi hanno intervistato 5mila soggetti adulti di età e sesso diversi. Le variazioni dell’umore sembrerebbero influire in modo consistente nelle donne, che nella maggior parte dei casi hanno dichiarato di mangiare di più quando sono frustrate, annoiate o arrabbiate per qualche motivo. Negli uomini la correlazione non è stata rilevata.

    In particolare, le donne sotto stress emotivo assumerebbero la media di 500 calorie in più ogni giorno: uno sproposito! In un’intervista del Daily Express, l’esperta nutrizionista Mary Strugar ha spiegato che “Controllare ciò che si mangia non è semplicemente una questione di volontà, ma coinvolge la consapevolezza psicologica del proprio desiderio di mangiare e la propria relazione con il cibo”. Una relazione che bisogna tenere sempre sotto controllo, pena il rischio di lasciarsi andare alle tentazioni della gola. E se il rapporto con il cibo diventa disastroso, l’aiuto del dietologo può non bastare, ma è necessario parlarne anche con lo psicologo.

    Foto da:

    www.ivstatic.com