Le crisi di coppia si risolvono ai fornelli

I problemi di coppia si risolvono a tavola, secondo gli italiani per fare pace dopo un brutto litigio o per superare un periodo carico di stress ed incomprensioni la cosa migliore è organizzare una bella cenetta.

Pubblicato da Serena Vasta Domenica 25 aprile 2010

Le crisi di coppia si risolvono ai fornelli

I problemi di coppia si risolvono a tavola, secondo gli italiani per fare pace dopo un brutto litigio o per superare un periodo carico di stress ed incomprensioni la cosa migliore è organizzare una bella cenetta. Il 34% degli italiani crede fermamente nel menù salva coppia, ovvero un menù a base di cibi afrodisiaci che possano unire nuovamente i due partner, in realtà non è tanto il cibo in se a far scattare la pace quanto il tempo, la cura, il pensiero che si è avuto nell’organizzare la sorpresa, come sempre non contano i grandi gesti o i regali costosi, quello che serve è dedizione, un pensiero gentile, del tempo dedicato a noi, fanno sciogliere anche i cuori più gelidi.

Secondo il 34% degli italiani la crisi di coppia si risolve ai fornelli, poi abbiamo il weekend fuori città che si conquista il 25% dei voti, segue una giornata rilassante in una Spa che guadagna il 19% dei voti ed infine per i più pigri abbiamo un classico mazzo di fiori che è la soluzione ideale per il 14% di voi, uhm i fiori vanno bene ma devono essere come minimo raccolti da lui a mani nude, no?

Il classico invito a cena, come le neo coppiette, aiuta a ritrovare l’armonia, fa nuovamente sbocciare l’amore e con la scusa dell’alcool e dei cibi afrodisiaci, che comunque ci condizionano, la pace è fatta!

Serenella Salomoni, presidente dell’associazione, ha dichiarato: “L’importante è riuscire, tramite la cucina, a inebriare tutti i sensi. La vista: in cucina, come in amore, va sorpresa, quindi anche a tavola occorre sbizzarrirsi con la fantasia e prestare attenzione alla sensualità con cui si porta il cibo alla bocca. L’udito: durante una buona cena il piacere della conversazione, i rumori discreti e l’atmosfera ovattata creano una situazione di benessere che predispone all’intimità e alla seduzione. Gusto e olfatto: l’odore ci anticipa e ci fa sognare, ricordandoci sensazioni già vissute. Tatto: nella tavola tutto partecipa al piacere, proprio come il vestito e la biancheria nel corpo dell’amante“.

Ma cosa si deve cucinare per un perfetto menù riparatore e per ritrovare l’armonia con il partner? Ecco i consigli del cuoco Mattia Poggi: “Ovviamente deve essere a base di cibi afrodisiaci, da consumare rigorosamente in piedi e senza barriere tra i due partner. Si comincia da un antipasto di ostriche insaporite da vodka sour, per passare a una millefoglie di ravioli di porro e capesante al pepe rosa. Per secondo, poi, un trancio di baccalà con composta di cipolle dolci piccanti e indivia croccante. Come dessert, infine, propongo una bavarese al cocco su salsa di spinaci freschi e chutney di zucca: una vera delizia capace di addolcire anche gli animi più bellicosi“.

Voi che ne pensate? Ricorrete ai pranzi e alle cene riparatrici per farvi perdonare dai vostri partner?

Foto da:
zenhabits.net