La salute a tavola: Coldiretti svela gli inganni

Cibi contraffatti e frodi alimentari, un vero rischio per la nostra salute: gli esempi svelati dalla Coldiretti

Pubblicato da Cinzia Iannaccio Mercoledì 22 giugno 2011

La salute a tavola: Coldiretti svela gli inganni

La salute a tavola? Mangiando si può acquistare o perdere. Le recenti intossicazioni alimentari e la storia del batterio killer ce lo ricordano ogni giorno, ma la Coldiretti è andata oltre: ha inaugurato il primo “salone degli inganni a tavola”, ieri a Roma a Palazzo Rospigliosi, in occasione della presentazione del rapporto sui crimini agroalimentari stilato con l’Eurispes. Le frodi alimentari ed i cibi contraffatti, infatti, non rappresentano solo un danno all’economia del nostro Paese, ma anche e soprattutto per la nostra salute.

Pensate ad esempio che tre prosciutti su 4 sono prodotti con maiali allevati all’estero, e dunque con i rischi connessi ai controlli sanitari (ricordate l’ultimo caso delle uova e delle carni alla diossina?). Anche peggio invece per dei prodotti sequestrati recentemente dalla guardia forestale: latte, biscotti e succhi cinesi “arricchiti” di melamina, sostanza tossica che ha già portato a morte molti bambini in Cina. Più semplicemente invece è stato scovato del miele con l’aggiunta di zucchero, molto pericoloso per chi soffre di diabete. Tutto materiale frutto di rigorosi controlli che avvengono nel nostro Paese, dunque? Il Made in Italy è sempre meglio!