La piscina non è il luogo più salutare dell’estate

In piscina occorre rispettare le regole igieniche: il rischio è che diventi il luogo di trasmissione di otiti, congiuntiviti ed infezioni della pelle.

Pubblicato da Cinzia Iannaccio Mercoledì 29 giugno 2011

La piscina non è il luogo più salutare dell’estate

La piscina non è il luogo più salutare dove passare le nostre vacanze: nelle acque altamente frequentate in questo periodo afoso, vivono numerosi germi e microrganismi, favoriti dalle alte temperature e dalle scarse regole igieniche dei suoi fruitori: in molti non fanno la doccia prima di tuffarsi cosa che allontanerebbe già un bel numero di agenti patogeni, o la frequentano pur sapendo di avere un’infezione cutanea, o il mal di gola o similari. Ecco allora che se si guarda sul sito dell’Istituto Superiore di Sanità si coprono una serie di patologie legate alla piscina: otiti, congiuntiviti e malattie della pelle.

Le norme igieniche da seguire valgono tutto l’anno anche nei centri sportivi, ma è chiaro che una maggior affluenza estiva favorisce un rischio maggiore. Che fare allora? Evitare di frequentare spazi pubblici di questo tipo se si è affetti da una qualunque infezione o micosi, se si è sani, usare ciabatte, teli per il mare ed indumenti personali per prevenire e verificare che i gestori si attengano a far rispettare (e rispettino loro stessi) le regole igieniche!