La magrezza mette a rischio la fertilità delle donne

La magrezza eccessiva può compromettere la fertilità delle donne, in particolare al momento dell'impianto in utero. E' ciò che afferma una ricerca scientifica appena pubblicata su una prestiogiosa rivista internazionale.

Pubblicato da Cinzia Iannaccio Lunedì 24 ottobre 2011

La magrezza mette a rischio la fertilità delle donne

La magrezza eccessiva può mettere a rischio la fertilità delle donne anche più dell’obesità. A lanciare l’allarme un nuovo studio scientifico presentato nei giorni scorsi ad Orlando durante il congresso dell’American Society for Reproductive Medicine dagli scienziati dell’Advanced Fertility Center of Chicago (Usa). A dirla tutta però lo studio riguarda solo donne che si sono sottoposte alla fecondazione in vitro. Ma cosa è emerso di preciso e come si è giunti a tale conclusione?

E’ stato esaminato il numero dei bambini nati in 8 anni da ben 2.500 donne in seguito a fecondazione artificiale. A parità di ovociti impiantati nelle signore, ne è emerso che il tasso di nascite maggiori si è avuto (il 50%) dalle mamme normo-peso, il 45 % da madri in sovrappeso ed obese e solo il 34% da signore molto magre, ovvero con un indice di massa corporea tra il 14 ed il 18. Tale condizione, dunque, secondo i ricercatori potrebbe influenzare l’impianto in utero. Chissà: certo è che gli eccessi non portano mai da nessuna parte.