L’anoressia colpisce le ragazze a 13 anni

da , il

    L’anoressia è una delle malattie più insidiose che esistono, colpisce silenziosamente le donne, ed in alcuni casi anche gli uomini, e spesso chi ci sta attorno se ne accorge quando è già troppo tardi, perchè l’anoressia rende bravissimi a mentire, a nascondere a far finta che è tutto bene! Fino a circa vent’anni fa i disturbi comparivano tra i 15 e i 20 anni, adesso invece è tutto anticipato ed è stato stimato che la “sindrome del bisogno cronico” (come la definisce l’ABA, Associazione Bulimia Anoressia) colpisce le ragazze sin dai 13 anni, quando sono ancora poco più che bambine.

    Valdo Ricca, psichiatra e responsabile del servizio disturbi del comportamento alimentare presso la Clinica Psichiatrica dell’Università di Firenze ci spiega: “È difficile spiegare perché. Certamente tra i fattori chiave c’è l’anticipo del menarca, ma anche i fattori biologici (non ancora del tutto chiari) e le influenze ambientali, cioè gli input che vengono dall’esterno“.

    Secondo le ultime stile è circa l’1,5 per cento della popolazione sotto i 14 anni che è affetto da malattie con disturbi alimentari, sia ragazzi che ragazze, anche se queste ultime costituiscono circa il 90% dei casi.

    Il professor Gianfranco Placidi, direttore dell’Unità Psichiatrica a Firenze ci spiega perchè le vittime dell’anoressia sono quasi sempre donne: “Laddove arriva la televisione e i media in generale, s’impone l’immagine stereotipata e fantascientifica della donna, e quindi l’anoressia nervosa, il loro cervello attribuisce valore alla magrezza, una proporzione tra peso corporeo e stima di sé non realistica, per questo arrivano ad essere psicotiche: non si vededono mai sufficientemente magre“.

    Foto da:

    www.donnamoderna.com www.whatcauses.net beautifullifeproject.files.wordpress.com www.tantasalute.it lavocedimelizia.blogspot.com www.abeingo.org webpages.scu.edu files.blogter.hu