Invecchiamento: il tè rosso rooibos è un elisir di giovinezza

da , il

    State cercando un prodotto naturale, che prevenga in modo efficace l’invecchiamento, senza effetti collaterali? Lo avete appena trovato: è il tè rosso rooibos, una bevanda sudafricana molto simile al , ma con qualche proprietà in più. Grazie all’alto contenuto di antiossidanti, questa particolare bevanda assume le caratteristiche di un vero e proprio elisir di giovinezza. Lo ha dimostrato uno studio italiano dell’Istituto nazionale di ricerca per gli alimenti e la nutrizione, recentemente pubblicato su ‘Food Chemistry’.

    In passato, gli effetti benefici del tè rosso rooibos erano stati messi alla prova con studi in vitro: questa è la prima volta che la bevanda viene testata direttamente sull’uomo. I ricercatori italiani hanno coinvolto 15 volontari, tutti sani, normopeso e non fumatori. Il primo giorno del test, i partecipanti sono stati suddivisi in tre gruppi: il primo gruppo ha bevuto 500 ml di acqua, il secondo 500 ml di tè rosso rooibos non fermentato, il terzo 500 ml di tè rosso rooibos fermentato. I ricercatori hanno effettuato prelievi di sangue prima della somministrazione della bevanda, mezz’ora dopo, un’ora, due e cinque ore dopo. Lo stesso esperimento è stato ripetuto ogni due settimane, finché tutti i volontari non hanno bevuto le tre tipologie di bevande.

    L’esito dell’esperimento? “A 20 anni dallo studio Inran che dimostrava per la prima volta sull’uomo le proprietà antiossidanti dei tè verde e nero abbiamo provato che le stesse caratteristiche possono essere attribuite anche al rooibos. I risultati hanno evidenziato, ad un’ora dall’ingestione di tè rooibos, un significativo aumento delle difese antiossidanti plasmatiche” parole del dott. Mauro Serafini, coordinatore della ricerca. A differenza del tè verde e del tè nero, il tè rosso rooibos non contiene eccitati (teina e caffeina) e quindi può essere bevuto a sazietà senza dare effetti collaterali.