Internet dipendenza, quando il virtuale diventa reale

da , il

    Internet dipendenza, quando il virtuale diventa reale

    Vi è mai capitato di accendere il pc appena svegli, magari ancor prima di sciacquarvi la faccia? Oppure di trascorrere ore davanti a un browser di navigazione, per rendervi conto a fine giornata di aver concluso poco o niente? Se la risposta è si, probabilmente soffrite anche voi di dipendenza da internet, una malattia che sta diventando sempre più comune. In Europa e nel resto del mondo occidentale sembrano soffrirne quasi tutti! Su un campione di 5000 soggetti recentemente intervistati, il 77 per cento ha dichiarato di non riuscire a trascorre una giornata intera senza accendere il computer. Più di quanti hanno detto di non poter rinunciare a lavatrice o automobile.

    Dallo stesso sondaggio è emerso che, nell’arco dell’anno appena trascorso, più dell’80% del campione ha caricato una galleria fotografica su un sito internet, il 66% ha scaricato mp3 e il 77% ha partecipato a giochi sul web.

    La dipendenza da internet è un processo graduale, che si sviluppa molto lentamente, attraversando alcune fasi fondamentali. L’utente che si avvicina per la prima volta al web inizia collegandosi saltuariamente, solo per controllare la mail di tanto in tanto. I primi sintomi di dipendenza si manifestano quando inzia a svilupparsi un’attenzione eccessiva alla posta elettronica e ai siti web che trattano tematiche afferenti alla navigazione. Successivamente, l’interesse si estende a qualsiasi pagina web e il tempo trascorso su internet si allunga sempre di più, fino al punto di rinunciare al sonno per chattare o giocare online.

    Quando la dipendenza raggiunge lo stadio più pericoloso, il mondo virtuale rischia di prendere il posto di quello reale, divenendo un vero e proprio limite sociale. Il rischio è proprio quello di abituarsi a vivere sul web, dimenticandosi come si vive davvero.

    I soggetti più esposti sono indubbiamente i ragazzi: se avete figli piccoli o adolescenti è importante insegnare loro a limitare il tempo trascorso su internet, cercando di trasmettere l’amore per la vita e per le esperienze che può regalare.

    Foto da:

    farm3.static.flickr.com