Integratori e probiotici, preziosi per la salute

Integratori, probiotici e prebiotici, cibi funzionali. Sono i cosiddetti prodotti nutraceutici. Tutti di origine naturale importanti per la nostra salute.

Pubblicato da Cinzia Iannaccio Venerdì 28 maggio 2010

Integratori e probiotici, preziosi per la salute

Integratori alimentari e probiotici: chi non li ha utilizzati almeno una volta? Di fatto un pò tutti, spesso senza neppure sapere di cosa si tratta. Ebbene il capitolo tra la salute e l’alimentazione come sappiamo è decisamente ampio e siamo certi che molto ancora sarà scritto nel futuro scientifico. Per questo vogliamo spiegarvi meglio cosa sono questi prodotti che spesso vi consiglia il medico curante, altre volte sono pubblicizzati in tv e tante altre catturano la vostra attenzione in farmacia o al supermercato.

Iniziamo col dirvi che insieme ai cibi funzionali ed i prebiotici, fanno parte di una nuova disciplina scientifica: la nutraceutica. Questo termine, derivato dall’unione delle parole “nutrizione” e “farmaceutica”, ha un significato veramente vasto. Cerchiamo di riassumerlo: la nutraceutica si occupa di studiare tutti i prodotti nutrizionali di origine naturale (estratti di piante, microrganismi, animali, minerali) capaci di aumentare le difese immunitarie dell’organismo e di rallentarne i processi degenerativi.

Il tutto viene fatto con rigore scientifico che si applica ai prodotti farmaceutici (non a caso il nome), con un punto in più a suo favore: i prodotti nutraceutici devono essere buoni. Il gusto è una caratteristica importante quasi quanto il loro potenziale effetto benefico sulla salute. No all’abuso ovviamente, come in tutti i campi. Evitiamo quindi di riempire il carrello della spesa di pillole e barrette e mettiamoci dentro frutta e verdura. Allora una seria dieta mediterranea potrebbe bastare?

Ci risponde il Prof. Cesare Sirtori Pres.della Società Italiana di Nutraceutica e preside della Facoltà di Farmacia all’Università degli Studi di Milano: “Con la conservazione, o la cottura, molti cibi perdono le loro preziose proprietà”.

Ma quali sono di preciso i prodotti nutraceutici che maggiormente si utilizzano? Ci risponde ancora l’esperto: “Prima di tutto i cibi funzionali ovvero gli alimenti che ci permettono la sopravvivenza fornendoci energia e calorie. Olio extra-vergine di oliva e pomodori, ricchi di antiossidanti ne sono un esempio. Gli integratori invece, assumibili sempre per via orale, possono essere in capsule, barrette o in forma liquida, servono ad integrare una dieta carente di una particolare sostanza. Un esempio sono gli Omega3 in capsule o gli integratori salini per ci svolge un’intensa attività fisica.

I probiotici sono invece colture di batteri (quelli buoni, ndr) colonizzatori dell’intestino in grado di stimolarne la capacità immunitaria ed i prebiotici, sono alimenti funzionali che contengono sostanze capaci di stimolarne la crescita”.

Una nuova scoperta importante riguarda le proprietà del lupino, quale potente anticolesterolo. Ne sentiremo parlare molto in futuro.