Influenza A/H1N1: Fazio, ci saranno altri decessi ma nessuna epidemia

Dopo la morte per influenza suina dei due pazienti pugliesi ricoverati a Foggia, il ministro della salute Ferruccio Fazio è intervenuto per rassicurare la popolazione "i decessi sono previsti, ma non esiste il rischio di una pandemia".

Pubblicato da Lucrezio.Bove Martedì 18 gennaio 2011

Influenza A/H1N1: Fazio, ci saranno altri decessi ma nessuna epidemia

Dopo la morte per influenza A dei due pazienti pugliesi, avvenuta pochi giorni fa negli Ospedali Riuniti di Foggia, l’allarme epidemia da virus H1N1 rischia di diffondersi anche quest’anno. Il ministero della salute Ferruccio Fazio è prontamente intervenuto per rassicurare la popolazione: “Non c’è sicuramente una situazione di epidemia o pandemia – ha dichiarato a Roma, nel corso di un convegno dedicato agli anziani – Non bisogna quindi preoccuparsi, anche se qualche altro decesso è prevedibile”.

Proprio per prevenire gravi complicanze e ridurre al minimo il numero dei decessi, il ministro raccomanda la vaccinazione a tutti i soggetti appartenenti alle cosiddette categorie a rischio. Le raccomandazioni sono rivolte tanto agli anziani, quanto ai giovani affetti da patologie croniche gravi.

“Dopo l’anno scorso – ha concluso il ministro della salute – abbiamo attivato 14 centri ad altissima specializzazione in tutta Italia. Il sistema d’allerta sta funzionando bene, anche grazie al lavoro dell’Aeronautica militare nei trasporti dei pazienti”.