Il “Santo Graal”, il test del sangue che individua 10 tipi di cancro prima che si sviluppino

I ricercatori americani del Cleveland Center dell’Ohio hanno messo a punto una biopsia liquida, ovvero un esame del sangue che permette di individuare numerosi tipi di cancro ai primi stadi, anche con anni di anticipo prima che possano sviluppare dei sintomi ed essere diagnosticati

Pubblicato da Maria T. Ferrari Venerdì 1 giugno 2018

Il “Santo Graal”, il test del sangue che individua 10 tipi di cancro prima che si sviluppino

Gli esperti sono ottimisti riguardo a un semplice test del sangue in grado di individuare il cancro prima ancora che il tumore si sviluppi. Gli scienziati americani l’hanno battezzato il “Santo Graal” della ricerca.
Il test del sangue, chiamato biopsia liquida, è in grado di identificare tracce genetiche del cancro individuando anche i più microscopici pezzi di DNA rilasciati nel sangue dalle cellule cancerose.
Una sperimentazione del metodo ha dimostrato che è in grado di individuare 10 diversi tipi di cancro. La scoperta è stata presentata dai ricercatori statunitensi alla conferenza dell’American Society of Clinical Oncologists a Chicago.
Esperti del Regno Unito hanno accolto con favore il metodo nella speranza cha la biopsia liquida possa diventate un metodo di screening universale accessibile in tutto il mondo.
Questo particolare esame del sangue funziona in 3 step: si testa il genoma per verificare la composizione del DNA, si ricercano possibili mutazioni dei geni e, infine, si identificano mutazioni specifiche nel DNA che dimostrano che il cancro ha già attaccato le cellule.
Per la ricerca presentata alla conferenza, il team americano guidato dal Dr. Eric Klein del Cleveland Center dell’Ohio ha esaminato i risultati del test condotto su oltre 1.600 persone.
La biopsia liquida è stata in grado di individuare con grande accuratezza cancro al pancreas, alle ovaie, al fegato e alla cistifellea.
Il test si è invece rivelato meno accurato nell’individuare cancro al seno, allo stomaco, all’utero e i primi stadi del tumore alla prostata. E ha mostrato meno accuratezza nell’individuare linfoma, mieloma, cancro all’intestino e tumore alla testa e al collo.
Ciononostante, il Dr. Klein e il suo team sono ottimisti sul fatto che con ulteriori futuri sviluppi scientifici la biopsia liquida riuscirà a raggiungere gli obbiettivi per cui è stata ideata.
“Questo è potenzialmente il Santo Graal della ricerca contro il cancro” ha dichiarato Klein, “per scoprire quando sono ai primi stadi e sono quindi più facili da trattare tumori che attualmente sono difficili da curare. Speriamo di poter salvare molte vite. Molti tumori vengono individuati quando sono in stadio avanzato, ma la biopsia liquida ci dà l’opportunità di scoprirli persino anni prima che sviluppino dei sintomi e vengano diagnosticati.”