Il disco orario delle malattie, vediamo le ore più a rischio per le diverse patologie

da , il

    Il disco orario delle malattie, vediamo le ore più a rischio per le diverse patologie

    Avete mai fatto caso che certe malattie hanno il “vizio” di manifestarsi sempre a certe ore, e non altre? Dalla febbre influenzale all’infarto, dall’attacco di asma al bruciore di stomaco da gastrite, l’insorgenza dei loro sintomi sono più probabili in certi momenti della giornata piuttosto che in altri. E così, la rivista Neuroscience si è “divertita” a pubblicare una sorta di disco orario delle patologie più comuni, che è stato messo a punto dal docente di Neuroscienze presso l’Università di Oxford Russel Forest, in base agli studi sull’influenza che la luce e il clima hanno sulla biochimica umana, vediamolo insieme.

    • Sette del mattino: è l’ora dell’attacco di gotta, dato che in questo momento della giornata si verifica una concentrazione molto alta di cristalli urici nel sangue
    • Otto del mattino: ora delle allergie (naso che cola, occhi gonfi, starnuti), in concomitanza con il momento della sveglia, dell’operazione di rifare il letto e la stanza. Si aprono le finestre, e così acari, polvere e pollini entrano nell’ambiente e riacutizzano i sintomi allergici
    • Nove del mattino: a quest’ora è più probabile essere colpiti da un attacco di emicrania
    • L’una a.m.: l’ora dei brividi e del freddo, il nostro corpo, infatti, raggiunge il suo picco minimo di temperatura
    • Le due del pomeriggio: l’ora giusta per assumere farmaci FANS, come gli antinfiammatori, sicuri che il loro effetto raggiunga proprio a quest’ora il massimo dell’efficacia
    • Le tre del pomeriggio: aumenta (da quest’ora fino alle 19), la probabilità di venire colpiti da un attacco di panico
    • Le quattro del pomeriggio: è l’ora del raffreddore, dato che gli anticorpi in questo momento della giornata sono particolarmente bassi
    • Le cinque della sera: da quest’ora fino alla tarda serata è più probabile che insorgano dolori da artrite e osteoartrite, per evitarli (se si soffre di queste patologie ossee), meglio assumere un antinfiammatorio subito dopo pranzo
    • Le sette della sera: è l’ora del bruciore di stomaco
    • Le nove della sera: più probabile che mai un attacco di ulcera gastrica (in concomitanza con la digestione)
    • Le dieci della sera: si riacutizzano i fastidi legati alle patologie infiammatorie della pelle, come eczemi, psoriasi e dermatiti per via del cambiamento nella temperatura cutanea
    • Le undici di notte: per le donne al nono mese di gravidanza, è l’ora classica in cui più probabilmente cominciano le prime doglie
    • Mezzanotte: chi soffre di apnea notturna (OSAS) a quest’ora è particolarmente soggetto a subire le conseguenze del suo disturbo
    • Due del mattino: chi ne è soggetto, ha più probabilità, in quest’ora notturna, di essere svegliato da un attacco di cefalea a grappolo
    • Tre del mattino: probabile, negli anziani, un attacco di cefalea ipnica
    • Quattro del mattino: è l’ora dell’asma, più probabili attacchi a quest’ora della notte
    • Sei del mattino: l’ora critica del cuore, un infarto del miocardio da qui fino a mezzogiorno è più probabile
    • Di nuovo otto del mattino: è anche l’ora dell’ictus, più facile venirne colpiti proprio all’inizio della mattina