Ictus, si previene con l’igiene orale

L’igiene orale aiuta a prevenire ictus ed infarto. Spesso infatti queste patologie sono provocate da coaguli di sangue che nascono a causa di un batterio del cavo orale.

Pubblicato da Cinzia Iannaccio Martedì 7 settembre 2010

L’ictus si previene lavandosi i denti. Non è una bufala, care amiche ma una curiosa seppur importante notizia appena presentata al Congresso della Society for General Microbiology. Non è la prima volta che si parla di un legame di questo tipo. Poco tempo fa vi avevamo raccontato di uno studio della Columbia University pubblicato sul British Medical Journal. Ebbene siamo in presenza di un lavoro diverso, questa volta realizzato dall’Università di Bristol, ma con i medesimi risultati: c’è un’ampia correlazione tra igiene orale e malattie cardiache, perché queste sarebbero spesso provocate da un batterio che è solito soggiornare nel cavo orale.

Vi spiego meglio. Nella nostra bocca sono abitualmente presenti numerosi organismi, più o meno innocui. Ma c’è un batterio in particolare, responsabile di carie e gengiviti, appartenente alla famiglia degli streptococchi, che è in grado di diffondersi nell’organismo.

Questo in presenza di una cattiva igiene orale che provoca tartaro, grazie al sanguinamento delle gengive è in grado di spostarsi. Le piastrine (che ha la capacità di aggregare intorno a se) per lui diventano come un sommergibile, ovvero una proteina che nel gergo è chiamata PadA, che lo protegge dalla reazione del sistema immunitario e dagli antibiotici, permettendoli la navigazione in tutto il corpo.

Purtroppo in questo suo viaggio, la proteina, o meglio l’aggregazione piastrinica può provocare un coagulo nel sangue e dunque un ictus o un infarto!

Stavolta dunque la ricerca scientifica è partita dalle stesse caratteristiche del batterio, ma visto che in pochi mesi due importanti lavori scientifici arrivano alle medesime conclusioni, non possiamo che correre a lavarci i denti! L’igiene orale, dunque non solo per un bel sorriso e per la paura del dentista.