I soldi fanno la felicità? Solo fino a 60mila euro l’anno

da , il

    Qualche mese fa vi abbiamo detto che il denaro può fare l’infelicità, quando diventa ossessione, privandoci dei momenti di piacere che la vita sa regalarci. Oggi riprendiamo in qualche modo l’argomento per parlarvi di una ricerca interessante, che forse attirerà la vostra attenzione. Avete sempre sognato la villa con piscina e camerieri al seguito pronti a servirvi in ogni circostanza? Siete sicuri che questo vi renderebbe davvero più felici? A quanto pare, la soddisfazione personale aumenta al salire del reddito annuale, ma fino alla soglia dei 60mila euro l’anno. Guadagnare di più non fa certo male, ma non fa neanche bene!

    Dopo i 60mila euro, forse la soddisfazione personale nei confronti della vita può ancora incrementare, ma lo stato emotivo rimane invariato e l’ennesima promozione può essere vissuta con poco entusiasmo. E chi guadagna di meno può essere comunque felice? Secondo il dott. Deaton, autore della ricerca, vanno distinte la felicità del momento con quella a lungo termine. Forse chi guadagna poco può vivere con gioia una serata al ristorante con gli amici o con la famiglia, ma si tratta pur sempre di una felicità effimera, perché la visione del futuro rimane comunque poco rassicurante.

    60mila euro l’anno sono una cifra più che sufficiente per soddisfare i propri desideri e vivere serenamente. Tutto quello che si guadagna in più è superfluo, perché non contribuisce a rendere le cose più facili. Anzi, come spesso accade il denaro può dare alla testa e indurre a fare scelte sbagliate. In alcuni casi la vita può andare a rotoli, più di quanto possa accadere guadagnando il minimo indispensabile per sopravvivere.