Gli italiani preferiscono la chirurgia plastica alle vacanze…

Secondo le statistiche, gli italiani, preferiscono investire i propri risparmi per un intervento di chirurgia plastica piuttosto che prenotare un viaggio per le vacanze…

Pubblicato da Paola Perria Martedì 26 luglio 2011

Gli italiani preferiscono la chirurgia plastica alle vacanze…

E’ possibile preferire un intervento di chirurgia plastica ad un viaggio vacanze? Per gli italiani, pare proprio che non esista partita: meglio, molto meglio spendere per i “ritocchini” estetici piuttosto che per organizzare un bel viaggio rilassante in qualche località di vacanza. Insomma, siamo diventati un popolo di vanitosi, a tal punto da sacrificare il nostro stesso piacere e il diritto al relax pur di “correggere” i nostri presunti difetti fisici? Le statistiche parlano chiaro, e tra gli interventi più richiesti ve ne sono alcuni che onestamente fanno davvero sorridere, come quelli per ridurre la produzione di sudore

A parlarne è Ezio Maria Nicodemi, professore all’Università Tor Vergata di Roma, nonché chirurgo plastico presso l’Istituto Dermopatico dell’Immacolata di Roma: “Sono in tanti, e in aumento, quelli che decidono di investire i risparmi dell’intero anno in un mini-intervento e rimandare il viaggio alla prossima estate”. E che tipo di interventi estetici richiedono, i nostri connazionali, considerando che proprio l’estate non è il periodo dell’anno migliore dell’anno per subire un’operazione chirurgica?

“Si tratta di ritocchi che richiedono incisioni poco estese – spiega Nicodemi – quindi soprattutto liposuzioni e interventi alla mammella”. Ma non sono i soli “lavori” richiesti ai chirurghi plastici, ve ne sono altri prettamente “stagionali”. “Tra gli interventi più richiesti in questo periodo, complice anche il caldo eccessivo – prosegue il medico – ci sono quelli per ridurre l’eccessiva sudorazione in zone critiche come mani e piedi.

Per risolvere questi problemi, che possono creare un disagio fisico non indifferente, è possibile iniettare nelle zone interessate, e dunque sul palmo della mano o sulla pianta del piede, delle tossine botuliniche capaci di bloccare la stimolazione nervosa delle ghiandole sudoripare, e ridurre così l’eccessiva sudorazione. I benefici del mini-intervento inizieranno a vedersi dopo una settimana e dureranno dai 4 ai 6 mesi”.

Il chirurgo consiglia comunque di non abusare di questo genere di “ritocchi”, per quanto mini invasivi, e di rivolgersi sempre a professionisti. Ottimo suggerimento, ma noi ve ne offriamo un altro: e se invece che spendere per l’operazione estetica a scapito delle vacanze, non prendete due piccioni con una fava, prenotando un bel pacchetto benessere in una delle tante, meravigliose Spa sparse per l’Italia? Relax, e bellezza, assicurati…