Domani si celebra la decima giornata nazionale dell’AIDO, partecipiamo?

Per il decimo anno consecutivo l'Aido Associazione Italiana Donatori di Organo torna nelle piazze per informare e raccogliere fondi. Questo week end, sarà l'occasione giusta per comprendere meglio l'importanza di tale gesto.

Pubblicato da Cinzia Iannaccio Venerdì 7 ottobre 2011

Domani si celebra la decima giornata nazionale dell’AIDO, partecipiamo?

Aido, ovvero Associazione Italiana Donatori Organo, un ente che ha contribuito notevolmente a fare la storia della trapiantologia in Italia. Oltre ai medici e agli scienziati, i volontari dell’Aido hanno lavorato lungamente per sensibilizzare l’opinione pubblica al riguardo, per informare e per promuovere azioni legislative adeguate. E’ così che domani, sabato 8 ottobre e domenica 9, in oltre 1.400 piazze italiane si celebrerà la X° Giornata Nazionale Aido, di informazione ed autofinanziamento. Il tutto si svolge sotto il Patronato del Presidente della Repubblica.

Occorre partecipare numerosi, perché la donazione degli organi è un atto civico oltre che morale, spiegano dall’Aido, attualmente ancora più importante. Forse c’è stato un calo di attenzione al problema, perché dopo 11 anni di crescita, il numero dei donatori si è stabilizzato (18.4 donatori per milione di popolazione) contro liste d’attesa per trapianto sempre più lunghe: 9.001 persone per essere precisi, ma si ha già la consapevolezza che entro dicembre non si supererà la soglia dei 2.900 interventi. In cambio di un contributo si riceverà una piantina di Anthurium andreanum. Sul sito dell’Aido, le piazze ed altre informazioni.