Diabete: il riso integrale riduce il rischio del 36%

da , il

    Diabete: il riso integrale riduce il rischio del 36%

    Lo abbiamo detto più volte: mangiare integrale fa bene sotto ogni aspetto. Vi permette di restare in forma e apporta enormi benefici alla salute. Una ricerca recentemente pubblicata sulle pagine dell’Archives of Internal Medicine rivela che sostituendo il riso bianco raffinato con quello integrale si può abbassare in modo significativo il rischio di andare incontro a diabete di tipo 2. Insieme al riso grezzo sono consigliati anche il farro, l’orzo e il grano e gli altri cereali non lavorati.

    Sotto accusa è proprio il processo di lavorazione del riso, che fa perdere al chicco l’involucro dove sono contenuti tutti i nutrienti importanti, dalle vitamine alle fibre. Per identificare eventuali associazioni tra preferenze alimentari e diabete, un team di ricercatori della Harvard Medical School ha effettuato un’indagine senza precedenti, analizzando le abitudini 157.463 donne e 39.765 uomini. Ebbene, stando ai risultati dello studio, per chi mangia riso bianco, cinque o più volte a settimana, il rischio di sviluppare diabete di tipo 2 aumenta del 16%. Per chi invece preferisce quello da farina integrale o altri cereali grezzi, le probabilità si riducono fino al 36%.

    Purtroppo il consumo di cereali non lavorati è ancora poco diffuso. Eppure sostituire il riso bianco con quello integrale è più semplice di quanto si possa credere! Perché non provare? Se all’inizio il sapore non vi convince, con il tempo non riuscirete più a farne a meno e con un piccolo sacrificio iniziale avrete fatto un passo importante per la vostra salute!

    Foto da:

    smallbites.andybellatti.com