Cuore: ecco come misurare i battiti

La Società Europea di Cardiologia sceglie You Tube per un’importante campagna di prevenzione cardiovascolare: in un video si spiega come misurare i battiti cardiaci.

Pubblicato da Cinzia Iannaccio Mercoledì 1 settembre 2010

Cuore: ecco come misurare i battiti

Il cuore ed i suoi battiti cardiaci: ecco le istruzioni per l’uso. A spiegare a tutti gli utenti del web tramite You Tube come si fa a contare le pulsazioni cardiache è il prof. Roberto Ferrari, presidente della Società Europea di Cardiologia (ESC), nonché Direttore della Clinica Cardiologica dell’Università di Ferrara. Iniziative di questo tipo non sono nuove, ma sicuramente sono fin troppo poche data la loro importanza. Diffondere informazioni basilari come queste, serve sicuramente a prevenire molti problemi cardiaci. Il tutto nasce in seno al Congresso della ESC che si è tenuto a Stoccolma e che si è occupato per l’appunto di prevenzione cardiovascolare.

In questa occasione è stata lanciata la Campagna di sensibilizzazione “1 Mission 1 Million”, sulla prevenzione dell’Ictus. Tre su quattro infatti sono causati da fibrillazione atriale e molte persone a rischio non sanno neppure di soffrirne.

Ecco allora che il Prof. Ferrari, nel video di circa due minuti e mezzo spiega perché è importante misurare i battiti ogni mattina, ad ogni età, come fare e soprattutto quanti devono essere in un minuto.

Se superano i 70 vanno abbassati. Come? Con lo sport ovviamente, ancora una volta in supporto alla prevenzione cardiovascolare. Questo accade perché con una normale attività fisica, aumentano normalmente le pulsazioni cardiache che cominciano a scendere quando ci fermiamo (mi raccomando con un lieve defaticamento).

I battiti dovuti al movimento cessano, regolarizzando anche quelli di base. Maggiori dettagli care amiche li trovate nel video. Nel frattempo, io mi accingo a misurare. Poi lo sapete, lo sport fa bene alla linea e anche alla mente!

Da non dimenticare infine che dopo una certa età, con la menopausa, il cuore delle donne diventa più fragile. La prevenzione è fondamentale.