Come leggere le analisi del sangue e capire i valori

Con il prelievo del sangue, leggendo i valori si può capire se c’è qualcosa nel nostro organismo che non funziona nel modo corretto

Pubblicato da Anna Franceschi Venerdì 24 giugno 2016

Come leggere le analisi del sangue e capire i valori

Le analisi del sangue sono l’esame più richiesto dai medici, perchè dal sangue si riesce a capire lo stato di salute del corpo. Ma come leggere le analisi? E come capire i valori? Il prelievo del sangue viene generalmente eseguito a stomaco vuoto la mattina per evitare che le sostanze contenute nel cibo ingerito alterino i valori del sangue, e una volta ritirato il referto vediamo come capire questi valori in modo corretto.

A seconda del tipo di ricerca da eseguire, il medico richiederà delle indagine diverse. Le analisi del sangue standard comprendono le voci che vi andiamo ad illustrare, ma è importante ricordare che, soprattutto se le analisi del sangue segnaleranno valori più alti o più bassi rispetto al valore normale, esse dovranno essere lette e valutate dal medico curante, perchè solo un professionista sa interpretarle nel modo corretto in base anche alla storia clinica del paziente.

  • Globuli rossi (RBC) – cellule del sangue che trasportano l’ossigeno ai tessuti.
    Valori normali:
    – Uomini: 4.52 – 5.90 x1012 per litro
    – Donne: 4.10 – 5.10 x1012 per litro
    Un valore più basso è indice di anemia, più alto indica invece policitemia.
  • Globuli bianchi (WBC) – cellule difensive dell’organismo che producono anticorpi.
    Valori normali (valgono sia per gli uomini che per le donne):
    – Leucociti totali: 4.00 – 11.0 x 109/l
    – Neutrofili: 2.5 – 7.5 x 109/l
    – Linfociti: 1.5 – 3.5 x 109/l
    – Monociti: 0.2 – 0.8 x 109/l
    – Eosinofili: 0.04 – 0.4 x 109/l
    – Basofili: 0.01 – 0.1 x 109/l
  • Ematocrito (Hct) – le componenti della parte corpuscolata del sangue, ossia globuli rossi, bianchi e piastrine.
    Valori normali:
    – Uomini: 40 – 54%
    – Donne: 36 – 46%
    – Neonati: 53 – 69%
    Percentuali più basse di ematocrito indicano anemia, più alte invece policitemia.
  • Volume corpuscolare medio (MCV) – grandezza dei globuli rossi.
    Valori normali (valgono sia per gli uomini che per le donne):
    – tra 80 e 96 femtolitri/globulo rosso
  • Contenuto emoglobinico corpuscolare medio (MCH) – quantità di emoglobina contenuta in un globulo rosso.
    Valori normali (valgono sia per gli uomini che per le donne):
    – tra i 27 e i 34 picogrammi
  • Concentrazione emoglobinica corpuscolare media (MCHC) – quantità di emoglobina contenuta in un globulo rosso.
    Valori normali (valgono sia per gli uomini che per le donne):
    – tra il 31% e il 38%
  • Emoglobina glicosilata (HbA1c) – quantità di zucchero presente nel sangue negli ultimi 3 mesi.
    Valori normali:
    – Uomini: 2,2 – 4,8%
    – Donne: 2,2 – 4,8%
    – Bambini: 2,6 – 7,5%
  • Ferritinemia – presenza di ferro nel fegato.
    Valori normali (valgono sia per gli uomini che per le donne):
    – tra 5 e 177 ng
    Valori più alti segnalano eccessiva introduzione di ferro, potenziale leucemia, neoplasia maligna o emacromatosi. Valori bassi possono indicare scarsa assunzione di ferro ossia anemia, emorragia o gravidanza.
  • Sideremia – concentrazione di ferro nel sangue.
    Valori normali:
    – Uomini: 60 a 160 mcg/dl
    – Donne: 20 a 140 mcg/dl
    Valori bassi segnalano poco ferro nell’organismo, mentre valori alti segnalano eccessiva introduzione di ferro.
  • Transferrinemia – concentrazione di transferrina nel sangue.
    Valori normali (valgono sia per gli uomini che per le donne):
    – tra 250 e 400 mg/dl
  • Piastrine (PLT) – cellule essenziali per la coagulazione del sangue.
    Valori normali (valgono sia per gli uomini che per le donne):
    – tra 150 e 440 migliaia/microlitro.
  • Protrombina (PT) – funzionamento della coagulazione del sangue.
    Valori normali (valgono sia per gli uomini che per le donne):
    – tra 0,90 e 1,20
  • Azotemia – quantità di urea nel sangue.
    Valori normali (valgono sia per gli uomini che per le donne):
    – tra 16 e i 60 mg/dl
  • Bilirubina – misura la concentrazione di bilirubina presente nel sangue
    Valori normali (valgono sia per gli uomini che per le donne):
    – tra 0,20-1,20 mg/dl
  • Colesterolo – valuta sia colesterolo buono HDH, che quello cattivo LDL.
    Valori normali (valgono sia per gli uomini che per le donne):
    – HDH >35 mg/dl
    – LDL tra 120 e 220 mg/100 ml
  • Trigliceridi – misura le sostanze grasse prodotte nel fegato.
    Valori normali (valgono sia per gli uomini che per le donne):
    – tra 40 e 170 mg/100 ml
  • Glicemia – misura il glucosio nel sangue
    Valori normali (valgono sia per gli uomini che per le donne):
    – tra 65 e 110 mg/dl
    Al di sopra di tale valore si è a rischio di diabete.
  • Transaminasi – misura il valore di questi fondamentali enzimi
    Valori normali (valgono sia per gli uomini che per le donne):
    – GOT e GPT < 40 mU/ml - SGOT < 18 mU/ml Valori sballati delle transaminasi possono indicare una patologia a carico del fegato.
  • VES – è la velocità del sangue.
    Valori normali:
    – Uomini: 3-10mm in 1 ora e 5-18 mm in 2 ore
    – Donne: 6-11mm in 1 ora e in 6-20mm in 2 ore
  • THS – è un valore relativo alle analisi della tiroide, che misura la presenza dell’ormone tiroidostimolante.
    Valori normali (valgono sia per gli uomini che per le donne):
    – tra 0,1 e 3,5 mU/l
  • FT3 e FT4 – Ormoni T3 e T4 liberi – anche questi fanno parte dei valori relativi all’esame della tiroide.
    Valori normali (valgono sia per gli uomini che per le donne):
    – FT3 tra 2,3 a 5 pg/ml
    – FT4 tra 0,9 a 2 ng/dl.