Colesterolo: un aiuto dall’alimentazione

da , il

    Colesterolo: un aiuto dall’alimentazione

    Il colesterolo non è un disturbo da sottovalutare, che si può prevenire anche grazie all’alimentazione. Secondo un gruppo di ricercatori dell’Università di Helsinki in Finlandia, infatti, il pane di segale, ricco di steroli vegetali, sarebbe un efficace alleato contro il colesterolo nel sangue. In Italia, oltre la metà della popolazione adulta soffre di colesterolo alto e questo aumenta il rischio di malattie cardiovascolari, un fenomeno in crescita soprattutto tra le donne.

    Esistono molti modi per prevenire il colesterolo e le patologie cardiovascolari, a cui si aggiunge un prezioso alleato, il pane di segale. A sostenerlo è uno studio finlandese coordinato dal dottor Päivi Soderholm e pubblicato su “Nutrition, Metabolism and Cardiovascular Diseases”.

    Punto di partenza degli scienziati, sono stati i dati precedentemente raccolti da altre indagini che mettevano in relazione il calo delle malattie cardiovascolari con il consumo di alimenti ricchi di fitosteroli, dimostrando come i prodotti ricchi di fibre stimolassero l’apparato circolatorio.

    Il team dei ricercatori, così, ha coinvolto un gruppo di volontari, successivamente divisi in due gruppi. Al primo è stato chiesto di seguire una dieta a base di pane di segale, con aggiunta di steroli vegetali (2 o 4 grammi al giorno). Il secondo gruppo ha seguito una dieta a base di normale pane di segale senza steroli.

    Dopo 2 settimane, è emerso come il primo gruppo avesse ottenuto una riduzione del 5% del colesterolo totale e del 8% del colesterolo LDL, il cosiddetto colesterolo cattivo, mentre il secondo gruppo, non ha ottenuto alcun beneficio.

    Il dottor Päivi Soderholm ha spiegato che:

    Il pane di segale da solo non ha diminuito i livelli dicolesterolo nel gruppo di controllo. Questi risultati indicano che il pane di segale in qualità di veicolo è in grado di trasportare e rilasciare steroli vegetali nell’intestino e la marcata riduzione del colesterolo LDL non suggerisce alcuna significativa interazione tra steroli vegetali e fibre di segale.

    In altre parole, per combattere il colesterolo, non basta il classico pane di segale, ma una versione “speciale” con steroli vegetali.