Chirurgia dell’obesità, ora è senza cicatrici

da , il

    Chirurgia dell’obesità, ora è senza cicatrici

    Dimagrire con la chirurgia bariatrica, ovvero quella per l’obesità grave. Si tratta di una tecnica operatoria sviluppata da qualche anno e che è stata soggetta ad innumerevoli innovazioni, grazie alla tecnologia e alla manualità degli operatori. L’ultima acquisizione si chiama Sils ovvero Single Incision Laparoscopic Surgery: chirurgia laparoscopica con una sola incisione che non comporta cicatrici visibili. Una equipe del Policlinico Agostino Gemelli, ha applicato questa metodica, già molto in uso ad esempio per interventi di colicisti o al colon, alla chirurgia dell’obesità. I risultati ormai consolidati sono ottimi.

    I primi dati sono stati appena pubblicati sulla rivista scientifica di settore “Obesity Surgery”, ma risalgono all’inizio della pratica avvenuta nel 2008. Solo nel 2010, questo anno, ben 100 persone affette da obesità grave sono state operate con la Sils. Il Dott. Roberto Tacchino, responsabile dell’Ambulatorio di Chirurgia dell’Obesità presso lo stesso ospedale ci ha spiegato le caratteristiche. “Facciamo un’unica incisione di circa 20 millimetri nel “fondo” dell’ombelico. Da qui passa tutta la strumentazione dotata di telecamera che permette di operare con una visione migliore, esattamente come si fa con la laparoscopia tradizionale che invece comporta più incisioni. Per questo non si vedono cicatrici. Inoltre l’ombelico è una zona poco sensibile per cui il paziente nel post-operatorio avrà meno dolore“.

    Con la Sils è possibile effettuare tutti i tipi di interventi per la riduzione di peso, che vanno dal by pass gastrico, al palloncino. L’unica differenza sta nell’invasività della metodica. Indicazioni e controindicazioni sono le stesse, quindi va ricordato che si tratta sempre di un intervento chirurgico che può avere complicanze. L’obesità si può combattere con la chirurgia, ma solo nei casi più gravi. Ovviamente minore è l’invasività e minori sono i rischi, ma è un aspetto che occorre evidenziare. “E’ particolare, la Sils è un’evoluzione della laparoscopia e ci fa pensare a questa, come ad una tecnica tradizionale, ormai passata!” ci spiega il Dott. Tacchino, eppure non è così: “la laparoscopia è ancora una tecnica moderna”. Per ora la Sils per la chirurgia dell’Obesità è praticata solo al Gemelli di Roma, dove è nata ed è stata testata in questi due anni. Ovviamente si pensa che meriterà uno sviluppo ulteriore anche in altre strutture sanitarie, con nuovi studi e la formazione ad hoc di altri medici chirurghi. Ricordiamo che secondo i dati presentati nell’ultimo Obesity Day sono molti gli italiani obesi.