Cellule staminali da embrione umano: la sperimentazione per la cecità

L'Fda americana per la seconda volta dall'inizio dell'anno autorizza la sperimentazione clinica di terapie con cellule staminali embrionali umane. Tra speranza e bioetica.

Pubblicato da Cinzia Iannaccio Martedì 23 novembre 2010

Cellule staminali da embrione umano: la sperimentazione per la cecità

Cellule staminali. Torniamo a parlarne anche oggi, in riferimento ad un esperimento che è stato appena autorizzato dalla severa FDA americana. In particolare stiamo parlando di utilizzo di cellule staminali provenienti da un embrione umano. Numerose sono le implicazioni in campo di bioetica, che non lasceranno silenti gli osservatori, ma oggi vogliamo occuparci solo della notizia in se stessa. Eccola allora. La Advanced Cell Tecnology ha ottenuto dall’amministrazione americana la possibilità di testare su 12 bambini affetti dalla malattia di Stargardt, le proprie terapie già comprovate in laboratorio.

La distrofia maculare di Stargardt colpisce circa una persona ogni 20-30.000, per lo più bambini tra i 7 ed i 12 anni. Attualmente non esiste una cura per questa patologia che a causa di un’alterazione genetica conduce alla progressiva perdita della vista, fino alla totale cecità: una parte della retina, l’epitelio, si degenera gradualmente. La Advanced ha realizzato in laboratorio delle cellule epiteliali dell’occhio nuove, sfruttando quelle dell’embrione umano che come sappiamo sono molto malleabili, possono potenzialmente trasformarsi in qualunque tessuto.

Ora sarà possibile trapiantare questo nuovo tessuto su quello malato. Si tratta di un esperimento clinico, molto delicato, che prima di verificare la funzionalità terapeutica deve garantire una certa sicurezza per la vita del paziente. La Fda ha autorizzato quest’anno un altro esperimento che utilizza le cellule staminali embrionali sull’uomo: a Ottobre è iniziato il test, che prevede l’iniezione di cellule staminali embrionali trattate nel midollo spinale lesionato di una persona da tempo paralizzata.

La ricerca scientifica procede ogni giorno verso nuove frontiere. Le cellule staminali rappresentano un passo decisivo in questo senso, pensiamo alla scoperta sulle staminali tumorali ad esempio. Ma il percorso da fare è ancora molto lungo, dal punto di vista scientifico ed etico.