Celiachia: il ruolo dell’osteoporosi

da , il

    Celiachia: il ruolo dell’osteoporosi

    L’osteoporosi è una malattia sistemica delle ossa che riguarda più le donne che gli uomini, le prime ne soffrono in particolar modo una volta entrate nel periodo della menopausa Secondo i dati dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), nel 1990 si sono verificate circa 1.700.000 fratture di femore nel mondo; ne sono previste 6.300.000 per il 2050, in prevalenza associate a osteoporosi. Oggi sulla base delle ultime conoscenze scientifiche si è potuto dimostrare che almeno 40 donne dopo la menopausa su cento ne sono affette, mentre la popolazione maschile viene colpita da tale patologia in ragione del 15% .

    Dunque non sarà più l’osteoporosi una patologia tutta al femminile ma l’attenzione si è anche spostata nei confronti degli uomini ai fini di un approccio diagnostico e terapeutico ottimale.

    Maschile o femminile che sia, resta un importante aspetto da considerare, ovvero, l’eventuale punto di contatto esistente fra osteoporosi e celiachia.

    In effetti l’associazione fra le due diverse malattie non era stata del tutto studiata almeno fino a quando ricercatori della Washington University School of Medicine di St. Louis negli Usa, hanno esaminato 840 individui, 266 con osteoporosi e 574 senza, sottoposti a screening sierologico per la celiachia presso la Washington University Bone Clinic, inizialmente non riuscendo a spiegarsi l’eventuale correlazione fra le due patologie stante anche il fatto che ulteriori studi effettuati per lo stesso scopo finivano per risultare addirittura controversi, l’unico modo per accertare la prevalenza di disturbi ascrivibili alla osteoporosi in soggetti affetti da celiachia era quella di sottoporre quest’ultimi a dieta privata di glutine e successivamente seguirli mediante l’utilizzo di indagini strumentali sperando si assistere ad un miglioramento della loro densità ossea.

    Lo studio avrebbe dimostrato che in presenza di una celiachia confermata da biopsia associata ad osteoporosi è stata del 3,4%, oltre al fatto che la prescrizione di una dieta approppiata privata di glutine migliorava la densità ossea di questi pazienti. I dati di questo studio hanno indicato che la prevalenza di celiachia tra i soggetti con osteoporosi è molto più elevata che non tra quelli non osteoporotici. Ne deriva che in base allo studio americano sarebbe consigliabile uno screening volta ad accertare l’eventuale celiachia i tutti i pazienti che soffrano di osteoporosi.

    Fonte: Stenson WF et al, Arch Int Med 2005; 165: 393-399