Cancro alla gola: la vittoria di Michael Douglas

da , il

    Cancro alla gola: la vittoria di Michael Douglas

    Sconfiggere il cancro alla gola è possibile anche se la diagnosi è piuttosto tardiva. A testimoniare tutto ciò un grande attore Michael Douglas che solo sei mesi fa aveva ufficialmente dichiarato, in un’intervista televisiva di essere stato colpito da questa neoplasia. La splendida moglie, Catherine Zeta Jones aveva denunciato la scarsa attenzione nei confronti di una parte di medici che avevano sottovalutato i sintomi lamentati dall’attore. Ora però, sempre da un salotto televisivo, Douglas annuncia di essere guarito. Questa volta è ospite del Today Show della NBC.

    Il cancro alla gola è scomparso, dopo lunghe chemioterapie e radioterapie e “data la tipologia del tumore posso dire di averlo sconfitto. Non posso abbandonarmi all’euforia, però, mi aspettano una serie di controlli mensili”, spiega l’artista che aggiunge scherzosamente di sentirsi fortunato. Il perché? Sua madre ha 87 anni e suo padre, il mitico Kirk Douglas è arrivato ai 94 anni! La genetica aiuta. Ma l’attore poi riprende il tono serio, spiegando all’interlocutore, il padrone di casa Matt Lauer e al pubblico a casa che tutto questo ha segnato profondamente la sua vita: “ne ho parlato con altri sopravvissuti al cancro, tutto ad un tratto l’affetto della mia famiglia, degli amici, e dei fans mi ha colpito ad un livello molto più profondo di quanto non avrei mai immaginato prima.

    E mi ha fatto valutare capire quanto ci sia di prezioso in tutto ciò. Riesci ad apprezzare cosa è importante nella vita”. Michael Douglas ha raccontato di essere dimagrito circa 32 chili e di essere sulla buona strada per recuperarli: “mangio come un maiale”! Fa palestra con regolarità e già pensa al prossimo film. Lo spirito con cui si affronta il cancro è fondamentale e questa è una dimostrazione. In bocca al lupo allora a lui e a tutti gli anonimi pazienti che combattono quotidianamente contro vari tipi di tumore.