Attenzione agli orecchini di bigiotteria economica, possono scatenare allergia al nickel

Attenzione agli orecchini e agli altri gioielli di bigiotteria low cost, spesso contengono nickel e possono provocare l’insorgenza di questa fastidiosa allergia cutanea.

Pubblicato da Paola Perria Giovedì 15 settembre 2011

Attenzione agli orecchini di bigiotteria economica, possono scatenare allergia al nickel

Torniamo a parlare dell’allergia al nickel e delle sue cause. Il contatto con orecchini e altri gioielli di bigiotteria economica (del genere che si può comprare per pochi Euro anche nei mercatini e nelle bancarelle) è una dei principali fattori di insorgenza di questa forma allergica cutanea, e per questo motivo uno studio inglese spinge le possibili acquirenti a fare molta attenzione. Sono soprattutto le ragazze molto giovani ad essere a rischio di sviluppare questa fastidiosa allergia, a causa del massiccio uso di bigiotteria che ne contenga anche modeste quantità.

Infatti è proprio il contatto prolungato e frequente con materiali a base di nickel che determina l’insorgere della malattia, perché questo metallo viene rilasciato in piccole quantità nella cute, originando, a lungo andare, la reazione dell’organismo.

La ricerca è stata condotta proprio analizzando diversi campioni di bijoux a poco prezzo, tutti orecchini il cui costo andava da un minimo di 1 € ad un massimo di 12, recuperati sia da esercizi commerciali, che da bancarelle (quelle dei mercatini all’aperto) di due città europee: Londra e Varsavia. I gioielli sono stati analizzati per scoprire l’eventuale presenza di nickel, e alla fine sono risultati positivi al test circa il 15% dei campioni britannici e il 18% di quelli polacchi.

“Abbiamo scelto Londra e Varsavia in quanto rappresentano a due nazioni entrate nella Comunità europea o molto presto (nel 1973, la Gran Bretagna), o tra le ultime (nel 2004, la Polonia), eppure non abbiamo trovato sostanziali differenze – ha spiegato Jacob Thissen, firmatario dello studio pubblicato sul Journal of The European Academy of Dermatology and Veneorology – Quello che possiamo raccomandare è di rivolgersi alle grandi catene commerciali dove abbiamo riscontrato una maggiore sicurezza dei prodotti offerti”.

La normativa europea a proposito di prevenzione dell’allergia al nickel, e conseguente composizione dei gioielli di bigiotteria che devono essere privi di metalli allergizzanti, risale al 1994, ma evidentemente è ancora largamente disattesa. Quindi, meglio seguire i consigli dei ricercatori e tutelarsi, acquistando orecchini e gioielli in metallo che abbiamo come garanzia la dicitura “Nickel free”.