Antibiotici: usarli solo se necessario

Antibiotici: al via la nuova campagna informativa dell'AIFA per l'uso corretto di questi medicinali. Troppo spesso se ne fa un abuso, che può provocare antibiotico-resistenza nei batteri.

Pubblicato da Cinzia Iannaccio Giovedì 18 novembre 2010

Antibiotici: usarli solo se necessario

Gli antibiotici si usano troppo e nei casi sbagliati. A dare l’allarme è l’Aifa l’Agenzia Italiana del farmaco che lancia per l’occasione una nuova campagna informativa. Il titolo è emblematico e già basterebbe a dire tutto: “Antibiotici. Difendi la tua difesa. Usali con cautela”. Se aggiungiamo che nel nostro Paese il consumo di tali farmaci raggiunge i livelli più alti d’Europa, capiamo che certe iniziative sono più che necessarie. Questo per la spesa economica che arriva addirittura a 413 milioni di euro che potrebbero essere spesi meglio, ma anche e soprattutto in difesa della nostra salute e del nostro organismo.

Gli antibiotici vanno assunti solo se servono, in presenza di batteri e non di virus. Il medico deve coscienziosamente stabilire secondo alcuni parametri clinici se si è in presenza di un’infezione batterica o virale e regolarsi di conseguenza. Per questo non va mai fatta l’automedicazione con gli antibiotici! Il rischio è di sviluppare un antibiotico resistenza, ovvero l’incapacità di trattare le forme batteriche che così possono diventare pericolose. Qualche dato? L’80-90% di ricorso a questi medicinali avviene nella medicina generale per malattie delle vie aeree, spesso causate da virus, sui quali gli antibiotici non funzionano, proprio come l’influenza ed il raffreddore.

In Europa purtroppo si stanno sviluppando ceppi di batteri altamente resistenti agli antibiotici. E’ proprio di queste ore la notizia della segnalazione di due casi in Italia di contagio da super batterio “New Delhi”, (o NDM-1) definito tale proprio perché difficilmente trattabile con i farmaci e perché è partito dall’India per diffondersi in Gran Bretagna, Canada e Stati Uniti. Nel nostro paese la situazione è sotto controllo e non desta al momento preoccupazione, ma una corretta informazione sull’utilizzo degli antibiotici non guasta mai.

Da qui appunto la campagna dell’Aifa realizzata in collaborazione con l’ISS ed il Ministero della Salute. Per informazioni c’è il sito dedicato www.antibioticoresponsabile.it e il numero verde AIFA 800-571661.